18:33 30 Novembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Secondo uno studio condotto da ricercatori dell'Università di Helsinki e dell'Università della Finlandia orientale, il modo migliore per affrontare i sintomi post sbornia è senz’altro quello di assumere molta L-cisteina. Ma quali sono i cibi ricchi di questo importantissimo aminoacido?

La L-cisteina si trova in quantità significative in alimenti come uova di gallina crude, semi di girasole crudi e piselli freschi.

Attraverso un esperimento dal ‘rigore’ scientifico ineccepibile i ricercatori finlandesi sono giunti alla conclusione che non esista nulla di meglio della L-cisteina per alleviare i sintomi post-sbornia. Hanno per prima cosa sottoposto un gruppo di coraggiosi volontari a sbronzarsi completamente (1,5 grammi di alcol per chilogrammo corporeo in tre ore di tempo), dopo di che hanno somministrato a metà di questi un placebo e all’altra metà compresse di L-cisteina.

Durante tutto l’esperimento ai soggetti è stato rigorosamente misurato il contenuto di alcol con l’etilometro, la concentrazione dei metaboliti alcolici nel sangue. La mattina dopo gli hanno fatto compilare dei questionari per valutare la gravità dei sintomi della sbornia.

"Lo studio ha trovato un'associazione statisticamente significativa tra la L-cisteina e una diminuzione dei sintomi della sbornia. Cioè, la L-cisteina ha ridotto il mal di testa, la nausea, lo stress e l'ansia", hanno rilevato gli scienziati.

Questo è il primo studio al mondo a scoprire che un semplice amminoacido come la L-cisteina può ridurre i sintomi della sbornia, secondo l'Università di Helsinki.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook