02:38 28 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 41
Seguici su

La disputa sul colore del vestito si è placata, ma il problema è rimasto: non tutti vedono i colori allo stesso modo. Si tratta di daltonismo? Ne ha parlato in un'intervista a Radio Sputnik Irina Leshchenko, oculista e professoressa associata del dipartimento di Patologie Oculari presso il Centro medico e chirurgico nazionale "Pirogov".

Ha osservato che nella vita di tutti i giorni vengono catalogate all'interno del daltonismo tutte le violazioni nella percezione dei colori. Ma le cose stanno diversamente: il daltonismo è la perdita della percezione dell'intero colore. Molto più comuni sono le violazioni associate alla percezione delle singole sfumature.

"Questo fenomeno è più comune quando le persone percepiscono un colore in modo anomalo. Non vedono sfumature, non possono dire se è verde chiaro o verde. Di solito tutti questi disturbi sono congeniti, sono legati a difetti dei coni, che nella retina sono responsabili della visione centrale e del colore", ha spiegato la Leshchenko.

Secondo lei, sono possibili anche disturbi acquisiti della percezione del colore, ma si riferiscono specificamente alla discriminazione delle tonalità e non alla perdita dell'intero colore.

"Gli artisti ne parlano spesso dopo l'estrazione della cataratta, quando la loro lente viene rimossa, sostituita con una artificiale, quindi vedono i colori in modo diverso rispetto a prima. O quando la cataratta inizia a progredire, la vista diventa peggiore e più offuscata. Ci sono condizioni simili in caso di avvelenamento, quando viene colpito il nervo ottico", ha aggiunto la specialista.

Non si può mai essere sicuri che una persona percepisca i colori allo stesso modo di un'altra, ha osservato l'interlocutrice della radio, attirando l'attenzione sul fatto che tali disturbi della percezione, di regola, sono più comuni negli uomini.

"Continuo a dire a mio marito che la sua giacca è blu scuro, lui dice che è marrone. Ma credo di avere ragione, perché gli uomini peggio distinguono i colori, è dimostrato. Le donne sono più sicure in questo, hanno meno anomalie cromatiche. Il fatto che a volte vediamo gli stessi colori in modi diversi è vero. Non si può mai dire che gli altri vedano questi colori allo stesso modo di te", ha concluso la Leshchenko.
Tags:
Donna, uomini, Salute, Scienza e Tecnica
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook