04:27 29 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 120
Seguici su

Il nuovo vaccino, Sputnik V, passerà alla sperimentazione clinica di fase 3 su decine di migliaia di persone la prossima settimana, secondo i ricercatori dell'Istituto Gamaleya di Mosca.

Il vaccino COVID-19 di nuova registrazione in Russia ha ricevuto lodi da un importante immunologo israeliano.

Polina Stepensky, presidente del dipartimento di trapianti di midollo osseo e immunoterapia contro il cancro presso l'ospedale Hadassah di Gerusalemme, definisce il vaccino una "grande svolta scientifica".

"La prima cosa che dovrei dire agli scienziati russi e agli operatori sanitari russi è 'Bravi'", dice a proposito dell'idea del del centro Gamaleya, che l'11 agosto ha registrato il primo vaccino al mondo contro COVID-19.

Il vaccino, soprannominato Sputnik V come il primo satellite artificiale, utilizza due versioni adattate dell'adenovirus, che in genere causa sintomi simili al raffreddore, per innescare una risposta immunitaria.

Secondo Stepensky, Sputnik V è in grado di fornire un'immunità più stabile da SARS-CoV-2 rispetto a un vaccino simile sviluppato a Oxford e utilizzando il vettore di vaccino contro l'adenovirus dello scimpanzé.

I dati sugli studi russi sui vaccini non sono stati pubblicati su riviste scientifiche peer-reviewed, cosa che ha causato molto scetticismo tra gli accademici occidentali.

Stepensky è fermamente convinto che questa critica sia "politicizzata" e derivi da una mancanza di comprensione di come lavorano i ricercatori russi.

“Ci sono molte cose in Russia che non vengono pubblicate dagli scienziati, ma questa ricerca esiste e va tutto bene. Le persone in Occidente non sono abituate e lo vedono con scetticismo. Devi capire che questo è l'approccio in Russia, questa è la mentalità", osserva.

L'immunologa israeliana ha lavorato molto con colleghi russi in passato e ha una conoscenza diretta dei progressi scientifici russi perché è una direttrice medica in un cluster congiunto russo-israeliano presso il parco scientifico di Skolkovo.

Il ministro della Sanità Mikhail Murashko ha promesso venerdì che la Russia pubblicherà informazioni sui test preclinici e clinici del nuovo vaccino “nei prossimi giorni”.

Alcuni media occidentali hanno anche sottolineato il fatto che Sputnik V deve ancora superare i test clinici di fase 3 (l'ultima fase dei test tenuti con grandi gruppi di volontari). Secondo l'Istituto Gamaleya, i processi dovrebbero iniziare nella regione di Mosca la prossima settimana e coinvolgeranno decine di migliaia di persone.

“Per quanto riguarda le critiche relative alla terza fase, devi capire che la Russia ha semplicemente registrato il vaccino e allo stesso tempo inizierà a somministrarlo a volontari, medici e insegnanti, quelli che, purtroppo, sono più spesso esposti al coronavirus ", dice Stepensky.

“Queste persone saranno monitorate. So che ci sono app mobili che le persone vaccinate useranno per descrivere la loro condizione in dettaglio. Queste persone faranno dei test. Quindi fondamentalmente questa sarà la stessa Fase 3 che è in corso in Europa e in America. Per questo non vedo nulla (da criticare) nelle azioni dei ricercatori russi”.

Secondo Stepensky, il suo ospedale ha già chiesto al fondo sovrano russo (RDIF), che ha finanziato lo sviluppo di Sputnik V, il permesso di prendere parte a studi clinici.

La scorsa settimana, il ministro della Salute israeliano Yuli Edelstein ha mostrato interesse per il vaccino russo e discuterà di acquistarlo se si dimostrerà sicuro.

L'RDIF afferma di aver già ricevuto richieste preliminari per oltre 1 miliardo di dosi del vaccino da 20 Paesi.

Correlati:

Coronavirus, "Vector" inizia la seconda fase di sperimentazione del vaccino
Il vaccino Sputnik V della Russia spazza via il coronavirus in un video promozionale
Vaccino russo anti-Covid, direttore del Centro "Gamaleya" denuncia tentativi di corruzione
Tags:
vaccino
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook