00:00 28 Gennaio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
5123
Seguici su

Il co-fondatore di Microsoft, che è anche la seconda persona più ricca al mondo, è diventato un capro espiatorio durante la pandemia di coronavirus, con numerose teorie cospirative che suggeriscono che l'imprenditore abbia inventato il coronavirus per controllare la popolazione mondiale attraverso la vaccinazione.

Bill Gates non ha escluso che il vaccino contro il coronavirus possa diventare obbligatorio. Gates, che ha donato 350 milioni di dollari per gli studi sul Covid, incluso lo sviluppo di un vaccino e la sua produzione, ha affermato che alle persone che lavorano con gli anziani, che sono nel gruppo a più alto rischio di morire a causa della malattia e a quelli che soffrono di gravi malattie, potrebbe essere necessario vaccinarsi obbligatoriamente.

"Rendere qualcosa di obbligatorio può spesso ritorcersi contro. Ma si potrebbe dire che se hai intenzione di lavorare in una casa per anziani o hai qualche contatto con persone anziane, dovrebbe essere obbligatorio", ha detto Gates a Bloomberg.

Decine di vaccini vengono sviluppati da laboratori e paesi in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti, che hanno già firmato un accordo per la fornitura di oltre 300 milioni di dosi, nonostante non siano noti l'efficacia o gli effetti collaterali dell'inoculazione. Alla domanda se la mossa di Washington e le mosse di altri paesi siano dannose, Gates ha detto quanto segue:

"Abbiamo bisogno di cooperazione all'interno dei paesi e tra i paesi. Gli Stati Uniti non hanno ancora aiutato a trovare fondi per gli appalti per i paesi poveri. Abbiamo finanziato più ricerca e sviluppo di qualsiasi paese, ma su fabbriche e acquisti, ci siamo solo presi cura di noi stessi. Ogni appello che faccio alle case farmaceutiche e i leader dei paesi ha come obiettivo finale la protezione di tutti".

In precedenza, Gates ha chiesto ai legislatori statunitensi di aggiungere 8 miliardi di dollari al disegno di legge per gli aiuti economici per aiutare le nazioni meno sviluppate nella battaglia contro la malattia, che ha infettato quasi 21 milioni di persone e ne ha uccise più di 760.000. Gates e gli esperti sanitari di tutto il mondo temono che i paesi ricchi possano monopolizzare la fornitura di vaccini, lasciando le nazioni povere sole nella lotta contro il COVID-19. Un tale scenario influenzerebbe negativamente la situazione generale della pandemia.

Parlando con Bloomberg, il co-fondatore di Microsoft ha affermato che la prima inoculazione non sarà l'ideale in termini di prevenzione della diffusione della malattia e potrebbe non avere una lunga durata.

"Nel 2021, è molto probabile che molti altri vaccini vengano approvati. La risposta più forte verrà probabilmente dalla subunità proteica. Con così tante aziende che ci lavorano, possiamo permetterci un bel po di fallimenti e avere ancora qualcosa a basso costo e lunga durata", ha detto Gates a Bloomberg.

Il 64enne ha anche accennato a teorie del complotto che lo accusano di aver inventato il coronavirus per impiantare in massa i chip attraverso i vaccini e controllare così la popolazione mondiale. Il co-fondatore di Microsoft ha affermato che tali accuse potrebbero diventare un problema in futuro.

Alla domanda se la situazione mondiale migliorerà, Gates ha detto: "Certamente. Siamo fortunati che questo virus non sia stato una malattia più mortale". Il 64enne aveva già affermato che la pandemia probabilmente terminerà entro la fine del 2021.

Correlati:

Bill Gates avverte che TikTok è un "calice avvelenato" nella potenziale acquisizione di Microsoft
Bill Gates prevede una sciagura più spaventosa del coronavirus
Bill Gates ipotizza quando questa crisi potrebbe finire
Tags:
Bill Gates, Microsoft
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook