16:03 21 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Più di tutti gli alimenti che riescono ad accumulare i radionuclidi sono i mirtilli, frutti di bosco e funghi, quasi ogni anno tali prodotti vengono individuati e ritirati dalle vendite, ha riferito a Sputnik l'ufficio stampa dell'authority russa a difesa dei consumatori Rospotrebnadzor.

"Mirtilli, frutti di bosco e funghi sono quelli che riescono ad accumulare più radionuclidi rispetto ad altri prodotti alimentari... Quasi ogni anno vengono individuati e ritirati dalle vendite queste "delizie del bosco"," si afferma nella nota.

L'origine dei prodotti pericolosi è riconducibile ai territori contaminati dopo l'incidente di Chernobyl, mentre i casi di "importazione" sono rari, afferma l'ufficio stampa.

I turisti che viaggiavano in auto portavano spesso funghi e bacche pericolose dalla Bielorussia, che acquistavano dagli abitanti del posto che vendevano quello che avevano raccolto proprio ai bordi della strada, ha spiegato l'ufficio stampa.

"Potenzialmente elementi radioattivi possono essere contenuti nella carne bovina contraffatta. La contaminazione della carne con radionuclidi può verificarsi in territori contaminati dove è vietato vivere", ha sottolineato l'authority.

In altri tipi di prodotti alimentari, non viene praticamente registrata una radioattività anomala, hanno notato in Rospotrebnadzor.

Tags:
Cibo, Nucleare, Scienza e Tecnica, Salute
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook