08:09 15 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
456
Seguici su

Il suicidio di Adolf Hitler e di altri alti funzionari del Terzo Reich provocò numerose teorie della cospirazione, secondo le quali l'élite nazista falsificò le loro morti e fuggì in altri Paesi (alcuni rapporti affermano che si erano nascosti in una base segreta nell'Artico) dove avrebbero vissuto sotto mentite spoglie.

I nazisti avrebbero potuto ottenere un progresso tecnologico tale da poter sfuggire alle forze alleate viaggiando sulla Luna? Sembra assurdo, giusto? Un ex funzionario del Pentagono Douglas MacKinnon afferma che potrebbe essere vero. MacKinnon ha basato la sua ipotesi su un'affermazione che sostiene di aver sentito da un generale sovietico.

Il funzionario, che ha lavorato anche alla Casa Bianca, ha scritto sul Sun a proposito di una cena che i funzionari statunitensi ebbero con due generali sovietici, di cui non ha rivelato i nomi. MacKinnon ha affermato di essere venuto a conoscenza della conversazione avvenuta durante l'incontro. Uno dei generali rivelò che quando le truppe sovietiche giunsero alla base missilistica top secret nazista a Peenemünde, dove diversi soldati videro fiamme di vari razzi molte volte più grandi del V-2 (il primo missile balistico a lungo raggio al mondo sviluppato dalla Germania nazista)

"Per quanto ne sappiamo, quei razzi non sono mai ritornati da nessuna parte sulla Terra. Fino ad oggi, mi sono sempre chiesto chi ci fosse in quei razzi e quanti fossero", avrebbe detto il generale citato da MacKinnon.

MacKinnon ha scritto della conversazione sul suo taccuino sebbene ammetta che "non aveva assolutamente idea di cosa farne". Tuttavia, nel 2018, quando Cina, Russia e Stati Uniti hanno annunciato l'intenzione di inviare missioni sulla Luna, MacKinnon ha ricordato la dichiarazione resa dal generale sovietico e ha deciso di effettuare ricerche sull'argomento. Ha raggiunto degli esperti per scoprire se era possibile che i nazisti fossero scappati davvero sulla Luna.

"A loro volta si sono un po' interessati e hanno iniziato a inventare scenari plausibili su come un'impresa così incredibile avrebbe potuto essere realizzata. E poi, anche di un possibile scenario dell'esercito nazista che non solo fosse in grado di sopravvivere sulla Luna, ma di prosperarci. Improvvisamente, le conversazioni si sono sono fatte ancora più ambiziose: un'ascesa diretta, viaggio di 36 ore, lancio sulla Luna; uno sbarco al Polo Sud; la scoperta di acqua, ossigeno ed elio 3.", ha scritto MacKinnon.

Dopo mesi di conversazioni con esperti e ricerche sul programma missilistico nazista, l'ex funzionario del Pentagono e della Casa Bianca, ha deciso di trasformarli in un libro "L'alba di una luna nazista: libro uno", pubblicato il 28 luglio.

Il suicidio di Adolf Hitler e il suicidio di altri alti funzionari del Terzo Reich hanno scatenato molte teorie del complotto. Il Fuhrer si sparò il 30 aprile 1945 e secondo le sue istruzioni il suo corpo e il corpo della sua compagna di vita Eva Braun, che sposò poco prima che i due si uccidessero, vennero completamente bruciati. La morte di Hitler è stata confermata dall'analisi della mascella inferiore e dalle protesi dentali.

Correlati:

“Propaganda nazista”: Russia bolla gioco PC che consente di cambiare il corso della Guerra Mondiale
La resa della Germania nazista - Video
Nel Mar Nero ritrovato relitto nave affondata da nazisti con migliaia di passeggeri nel 1941
Tags:
Nazisti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook