08:33 23 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (118)
4152
Seguici su

I test clinici sul vaccino anti-COVID elaborato dal Centro di ricerca statale russo di virologia e biotecnologia "Vector" sono iniziati ieri con il primo volontario su cinque.

Il centro di ricerca ha ottenuto nella settimana scorsa l’autorizzazione delle autorità a condurre studi clinici del vaccino ed il 27 luglio è stata iniettata una dose al primo volontario.

L’Agenzia federale russa per la tutela dei consumatori (Rospotrebnadzor) ha riferito a Sputnik che il primo volontario sottoposto all'iniezione di una dose del vaccino si sente bene.

"Secondo il protocollo elaborato, i test clinici sono iniziati su cinque volontari. Il primo volontario è stato vaccinato il 27/07/2020 e il secondo sarà vaccinato il 30/07/2020, ovvero con un intervallo di 72 ore. Altri tre volontari saranno vaccinati ad intervalli analoghi", ha affermato l’ufficio stampa di Rospotrebnadzor.

I partecipanti ai test saranno tenuti sotto osservazione in ospedale ed il loro stato di saluto verrà monitorato costantemente dal personale medico.

In precedenza, il ministero della Salute russo aveva annunciato i test finali del vaccino sviluppato dal Centro di Ricerca di Microbiologia ed Epidemiologia "Gamaleya".

Stando agli ultimi dati, in Russia il numero totale delle persone contagiate dal COVID-19 con i 5.395 casi di oggi è arrivato a quota 823.515. Le vittime sono 13.504 ed i pazienti guariti 612.217.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (118)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook