18:44 05 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Venere è uno dei pianeti considerati "gemelli" della Terra insieme a Marte perché condividono la fascia potenzialmente abitabile intorno alla loro stella. Ora è certa l'attività vulcanica di Venere.

Venere non ha solo una delle atmosfere più dense tra i pianeti del Sistema Solare, ma anche dei vulcani ritenuti geologicamente ancora attivi.

A sostenerlo i ricercatori dell’Università del Meryland in collaborazione con i colleghi scienziati del Politecnico Federale di Zurigo.

Secondo la ricerca, che si è avvalsa di uno studio condotto su un modello in 3D della superficie di Venere, le cosiddette “corone” del pianeta, delle strutture circolari vulcanico-tettoniche sarebbero la manifestazione di una attività del mantello sottostante che indicherebbe un pianeta ancora in attività.

Una attività che fino a ora non era stata ritrovata su Marte o su altri pianeti del Sistema Solare, fino a ora meglio esplorati dall’uomo.

Tali strutture sostituirebbero il sistema di tettonica a zolle che abbiamo sulla Terra e sarebbero la causa della deformazione superficiale di Venere.

Per ora resta però oscuro il processo sottostante che porta alla formazione delle corone, così come è ignoto la ragione che porta alle differenti morfologie delle corone di Venere.

Ciò che però si può concludere, secondo lo studio pubblicato su Nature Geoscience, è “che almeno 37 corone grandi (compresa la più grande corona di Artemide) sono attive” e questo fornisce la prova “della diffusa attività pennacchio in corso su Venere”.

Anche se l’attività vulcanica non è attualmente in corso, tali vulcani non sono estinti ma semplicemente dormienti e potrebbero in qualsiasi momento risvegliarsi ed eruttare lava venusiana.

La missione Esa EnVision

Nel 2032 l’ESA lancerà EnVision, un satellite orbitale che entrerà nell’orbita di Venere per monitorare il pianeta dallo spazio allo scopo di rispondere ad alcune domande precise, tra cui l’evoluzione geologica di Venere.

Questo è quindi considerato preparatorio e utile alla missione ESA EnVision per scegliere la strumentazione che dovrà portare con sé nel viaggio verso il pianeta Venere.

Correlati:

Fiamme nel cielo: su Venere ci sarebbero dei vulcani in attività
Parmitano nello spazio scopre una vena artistica
Venere, i vulcani sono davvero attivi – Foto
Tags:
Venere
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook