02:00 26 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 11
Seguici su

La campagna oceanografica "High North" 2020, organizzata dalla Marina Militare e dall'Istituto idrografico della marina iniziata dal porto di La Spezia a fine giugno ha effettuato la mappatura dei primi fondali. L'annuncio arriva dal profilo twitter della Marina Militare.

Salpata dal porto di La Spezia il 22 giugno con destinazione artico, l'unità polivalente di ricerca "Alliance" ha dato annuncio della mappatura dei primi fondali del Molloy Hole. La campagna High North è finalizzata a garantire la continuità delle osservazioni ambientali utili alla comunità scientifica internazionale e nazionale: l'obiettivo è quello di contribuire ad approfondire la conoscenza degli oceani.

​L'8 luglio la Nave Alliance, al comando dal capitano di fregata Andrea Crucitti, era partita dal porto norvegese di Tromsø diretta a Nord verso le aree di ricerca scientifica della campagna High North 2020 nel settore compreso tra lo Stretto di Fram e le Isole Svalbard.

Campagna High North 2020-2022

Il programma High North si basa su tre pilastri fondamentali, le così dette 3 E: Exploration, Environment ed Education. Condotta dal team scientifico dell’Istituto Idrografico della Marina (I.I.M.), composto da 11 ricercatori (I.I.M.) e diretto dalla prof.ssa Roberta Ivaldi e dal comandante Maurizio Demarte, la ricerca scientifica è dedicata al 4D mapping con l’acquisizione di dati geofisici marini, la sperimentazione di nuove tecnologie e di sistemi multipiattaforma al ciglio dei ghiacci per la conoscenza degli oceani.

La nave Alliance

Nave Alliance è un’unità polivalente di ricerca idro-oceanografica di proprietà della NATO, inquadrata all’interno della Squadra Navale, che dal marzo 2016 è equipaggiata con personale della Marina Militare grazie ad un’intesa del dicembre 2015 fra la Marina ed il Center for Maritime Research and Experimentation (CMRE).

A bordo sono presenti 48 militari e un team scientifico coordinato anche quest'anno dalla professoressa Roberta Ivaldi dell’Istituto Idrografico della Marina Militare. Come per tutte le navi della Marina Militare impegnate in operazioni, è stato attuato uno stringente protocollo sanitario per garantire la salute del personale imbarcato a fronte dell’emergenza COVID-19.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook