01:32 25 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 10
Seguici su

L'infezione da nuovo coronavirus si potrebbe manifestare con uno sfogo nella cavità orale nella sua fase iniziale. Lo rivela una ricerca condotta da un gruppo di scienziati spagnoli.

Da uno studio condotto dagli specialisti dell'ospedale universitario Ramón y Cajal di Madrid su 21 pazienti COVID-19 di ambo i sessi, con un' età compresa tra 40 e 69 anni, risulta che un malato su tre mostra i sintomi di un'eruzione cutanea nella fase iniziale dell'infezione.

Il 29% dei pazienti osservati (sei sul totale dei malati) ha mostrato una forte eruzione delle mucose della cavità orale, due giorni prima degli altri sintomi. Tuttavia i medici hanno rilevato solo la correlazione tra le sintomatologie, il nesso causale tra eruzione cutanea orale e COVID-19 resta da verificare, in quanto il rash potrebbe essere causato anche da altri agenti patogeni.

"Questo lavoro descrive osservazioni preliminari ed è limitato dal piccolo numero di casi e dall'assenza di un gruppo di controllo. Nonostante l'aumento delle segnalazioni di eruzioni cutanee in pazienti con COVID-19, stabilire una diagnosi eziologica è una sfida", avvertono gli autori della ricerca, pubblicata su JAMA Dermatology,

Scienziati e specialisti in tutto il mondo continuano a studiare COVID-19, i suoi sintomi e le conseguenze su diversi organi del corpo. Tra le scoperte scientifiche più recenti è stato possibile rilevare segni visibili sulla pelle simili a emorragie puntuali che compaiono sulla pelle sotto forma di macchie rosse sulle mani o sulle gambe e persino un'eruzione cutanea con macchie rosa.

Alcuni mesi fa, l'Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito alcune difficoltà nel muoversi o nel parlare possono essere caratteristiche di nuovi sintomi di COVID-19.

Tags:
Spagna, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook