18:59 14 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Coronavirus nel mondo: superati 13 milioni casi (75)
104
Seguici su

Il Virologo Roberto Burioni spiega il candidato vaccino di Moderna Inc. mRNA-1273. Un risultato che ci fa ben sperare, ma che non deve farci esultare: c'è ancora tanta strada da fare.

“Quella di oggi è davvero una bellissima notizia che legittimamente ci spinge a un notevole ottimismo”, scrive il virologo Roberto Burioni sul suo blog MedicalFacts, ma al contempo invita alla calma perché sono dati “estremamente preliminari e derivano da soli 45 pazienti, giovani e in ottima salute”.

Burioni si riferisce alla pubblicazione dello studio di Fase 1 sul candidato vaccino contro Covid-19 della società statunitense Moderna. La società si appresta, il 27 luglio prossimo, a sperimentare il candidato vaccino mRNA-1273 su 30mila statunitensi.

“Non stappate lo champagne, perché non c’è nulla di definitivo. Quarantacinque pazienti seguiti per 57 giorni sono un niente rispetto ai miliardi di persone che dovrebbero essere vaccinate.”

Burioni, il vaccino e il paragone con la partita di calcio

Per spiegare a che punto della situazione ci troviamo, il professore Burioni usa una metafora calcistica che ben si presta a spiegare la battaglia che l’umanità sta conducendo contro questo virus così ostile.

“Però il nostro sentimento deve essere quello di una squadra di calcio che scende in campo davanti ai più forti del mondo, che dopo 20 minuti del primo tempo poteva essere sotto 0-4 e invece si trova a vincere 1-0.”

Il punto debole

Burioni presenta anche il punto debole di questo vaccino, ed è la tollerabilità. Pur confermando come riporta lo studio che non si sono presentati casi di controindicazioni gravi tali da mettere a repentaglio la prosecuzione della sperimentazione, sottolinea comunque il fatto che i “risultati sul fronte della sicurezza” sono meno fantastici.

“La tollerabilità del vaccino non è stata eccezionale”, infatti uno dei 45 partecipanti ha avuto la febbre a 39,6°C. Niente di allarmante rassicura Burioni, che però crede che sarà “necessario lavorare per capire quale dose di vaccino offre il maggiore compromesso tra protezione e sicurezza”.
Tema:
Coronavirus nel mondo: superati 13 milioni casi (75)

Correlati:

Russia, conclusi con esito gli studi clinici del primo vaccino anticovid al mondo
Vaccino coronavirus di Oxford, 60 milioni di dosi pronte entro l'anno in Italia
Vaccino coronavirus, presto inizierà fase sperimentale 3 su 30mila persone
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook