18:42 05 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
5411
Seguici su

Il Ministro della Salute Roberto Speranza definisce i dettagli dell'accordo trovato con l'azienda AstraZeneca per produrre in Italia entro l'anno 60 delle 400 milioni di dosi del vaccino contro il COVID-19 dell'università di Oxford.

Durante il suo intervento in Senato per parlare dell'emergenza coronavirus, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato che entro la fine dell'anno l'Italia fornirà 60 delle 400 milioni di dosi del vaccino sviluppato dall'università di Oxford che deve produrre il nostro paese. 

Il vaccino candidato, denominato ChAdOx1 o AZD1222, la cui efficacia deve essere ancora completamente dimostrata, in sede di sviluppo vede il contributo anche dell'Italia, attraverso la collaborazione dell'azienda italiana Advent-Irbm di Pomezia (Roma). Sarà distribuito dalla casa farmaceutica anglo-svedese AstraZeneca, che ha firmato un accordo con l'Italia per la produzione di 400 milioni di dosi, di cui 60 milioni da consegnare entro la fine dell'anno. L'infialamento sarà operato ad Anagni (FR). 

Speranza, che già aveva affermato la necessità del vaccino quale bene globale, ha ribadito questo proposito.

“Il nostro Paese, l'Italia, è in campo per assicurare al più presto il vaccino a tutti i cittadini. Un vaccino che, lo ribadisco con forza, è per l'Italia un diritto di tutti, un bene pubblico globale, non un privilegio di pochi", ha dichiarato il Ministro della Salute.
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook