19:44 13 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 52
Seguici su

Ceneri stellari ricche di carbonio sparse nell'universo da stelle morenti, sarebbero alla base dell'origine della vita sulla Terra. La nuova teoria tutta italiana.

Ha un tocco di fantascientifico la nuova teoria sulla nascita della vita sulla Terra, come ipotizzata da un gruppo di scienziati italiani e pubblicata su Nature Astronomy.

Secondo la nuova teoria del dipartimento di fisica e astronomia ‘Galileo Galilei’ dell’Università di Padova, una gruppo di stelle morenti della Via Lattea potrebbe aver sparso il carbonio alla base della vita sulla Terra, prima di raffreddarsi ed esalare l’ultimo respiro.

Queste stelle avrebbero sparso le ceneri ricche dell’elemento chimico in tutta la galassia, arrivando fin sul nostro pianeta dove avrebbe trovato le condizioni ideali per innescare la vita.

Formazione di stelle di carbonio

La ricerca degli astrofisici italiani si intitola ‘Carbon star formation as seen through the non-monotonic initial–final mass relation’, e analizza come una stella di massa due volte quella del Sole hanno costruito gli atomi di carbonio al loro interno per poi trasferirli verso gli strati più esterni, per rilasciarli infine nello spazio interstellare.

Un processo avvenuto lentamente, ma che avrebbe così permesso di gettare le basi della vita in tutta la Via Lattea, e forse nel resto dell’universo.

Correlati:

C’è vita anche nelle zone della Terra più sfavorevoli, e su Marte... Perché no?
Scoperta causa principale dell'origine della vita sulla Terra
Zona morta? Trovato sulla Terra un luogo senza vita, affermano gli scienziati
Tags:
Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook