22:19 03 Dicembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Nonostante la sostanza in questione sia stata descritta come "gelatinosa" poco dopo la sua scoperta, una nuova ricerca suggerisce che si tratti soltanto di roccia.

Il sito Space.com riporta che scienziati cinesi hanno rivelato l'analisi di una strana sostanza scoperta l'anno scorso sulla Luna dal rover Yutu-2. La scoperta è stata fatta nel luglio 2019 durante l'esplorazione da parte del rover del lato più lontano del satellite, come parte della missione cinese Chang'e-4.

La rivista di divulgazione scientifica in lingua cinese 'Our Space' ha annunciato il fatto il 17 agosto dello stesso anno, usando un termine che può essere tradotto come "gelatinoso" per descrivere la sostanza.

Dopo aver analizzato i dati forniti dalle telecamere panoramiche del rover e delle sue telecamere per evitare i rischi, nonché dal suo strumento per spettrometro visibile e vicino all'infrarosso (VNIS), i ricercatori descrivono la sostanza come "una breccia verde scuro e dall'impatto scintillante, che misura 20 pollici per 6 pollici (52 per 16 centimetri)".

La ricerca afferma inoltre che la breccia "è stata formata da saldatura, cementazione e agglutinazione generate dall'impatto di regolite lunare e breccia" e assomiglia a campioni di breccia lunare fusi che sono stati recuperati dalle missioni Apollo della NASA.

I media sottolineano, tuttavia, che i risultati di cui sopra non sono definitivi, in quanto i ricercatori notano che l'analisi è stata limitata da fattori come le misurazioni VNIS eseguite in "cattive condizioni di illuminazione".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook