22:30 12 Luglio 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 110
Seguici su

I sommozzatori, i sub professionisti, i soccorritori e i veicoli subacquei: hanno tutti bisogno di sistemi di navigazione per orientarsi sott’acqua.

Le creazioni del Laboratorio russo di comunicazione e navigazione subacquea UC&NL, stando a quanto dichiarato dal direttore generale della società, stanno alzando il livello nel settore proprio come fece iPhone nel mondo degli smartphone. E presto queste creazioni arriveranno in Spagna.

A differenza dei sistemi di navigazione tradizionali, quelli subacquei presentano grandi difficoltà di realizzazione perché le onde radio non si diffondono sott’acqua e i sistemi di geolocalizzazione classici quali GPS e GLONASS non sono accessibili dai fondali.

Tuttavia, la necessità di sistemi di navigazione subacquei è molto maggiore rispetto a quella di sistemi di superficie. Solitamente quando si svolgono operazioni subacquee, ad esempio per la costruzione o la manutenzione di opere, si cerca di mantenere una visibilità di almeno un metro, osserva Artur Abelentsev, direttore generale di UC&NL, nell’intervista rilasciata a Sputnik.

“Il sub allunga il braccio e vede a malapena le estremità delle sue dita. In tali condizioni può chiaramente trovare qualcosa, ma anche quando la trova sarà estremamente difficile capire dove si trova per chiamare i colleghi a raggiungerlo e portare sul posto le apparecchiature necessarie”.

La UC&NL, società produttrice di sistemi di comunicazione e navigazione digitale, subacquea e senza fili, fu creata nel 2015. Ma i prodotti del 2015, secondo Abelentsev, sono radicalmente diversi rispetto a quelli che la società produce oggi.

“Il contatto diretto con il consumatore ci consente di perfezionare il prodotto ogni mese”, ha dichiarato il direttore generale.

Inoltre, il sistema di navigazione RedWave è stato prodotto dalla UC&NL sulla scorta dell’esperienza accumulata negli anni dagli scienziati sovietici.

Per la navigazione subacquea si impiegano i sonar che captano la propagazione del suono in acqua. Di per sé il problema della comunicazione e della navigazione subacquea fu risolto tempo fa, ma la soluzione di UC&NL si distingue per la sua innovazione.

“I nostri concorrenti hanno messo a punto soluzioni tra loro differenti già 30-35 anni fa creando dispositivi molto affidabili. Noi, invece, come società innovativa, siamo riusciti a raggiungere nuovi livelli in materia di energia, ampiezza del collegamento, periodo di autonomia, qualità del suono. Infatti, noi elaboriamo digitalmente il segnale”, ha spiegato Abelentsev.

“A suo tempo iPhone pose nuovi standard ai quali dovettero adeguarsi tutte le società che prima di allora avevano prodotto smartphone. Stiamo producendo gli iPhone della comunicazione e navigazione subacquea”. Ha aggiunto.

I prodotti della società sono destinati a:

  • Attività commerciali e di ricerca subacquea (diagnostica delle tubazioni, opere subacquee, archeologia subacquea)
  • Reti di trasmissione dei dati (raccolta di informazioni a partire da sensori subacquei, monitoraggio ambientale).

A cinque anni dalla sua costituzione UC&NL si è già approcciata al mercato internazionale. Il suo primo cliente straniero è stata la Norvegia sebbene i produttori locali di questi dispositivi siano tra i leader mondiali nel settore.

“I norvegesi si sono rivolti a noi perché non c’è nessuno meglio di noi al mondo per dimensioni e costo dei dispositivi. (…) Abbiamo creato i più piccoli modem idroacustici al mondo”, ha dichiarato Abelentsev.

Oltre al prezzo interessante (circa 2 volte inferiore ai dispositivi analoghi stranieri), alle dimensioni e al peso ridotti dei dispositivi (che sono quindi assai comodi per il sub), UC&NL propone creazioni che possono operare anche in acqua dolce, ossia in condizioni assai sfavorevoli per i sonar.

“I sistemi idroacustici sono nati per soddisfare le esigenze riscontrate nelle profondità oceaniche. Oggi, però, molte attività vengono svolte a profondità inferiori ai 30 m. E i sistemi in grado di operare a queste profondità scarseggiano”.

Inoltre, i prodotti della società garantiscono un’elevata affidabilità del segnale. “Sono in pochi al mondo ad assicurare un grado così elevato di affidabilità”, sottolinea Abelentsev.

Tra l’altro, i dispositivi sono anche facili da utilizzare e non richiedono alcuna complessa procedura di pre-impostazione.

Tutte queste caratteristiche consentono alla società di ottenere un vantaggio importante sui concorrenti.

Oltre che con la Norvegia la società lavora anche con USA, Regno Unito e Svizzera. Al momento UC&NL sta avviando una collaborazione con la società spagnola OCEAN NET SL di Alicante che si occupa di telefonia subacquea.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook