18:48 12 Luglio 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (59)
0 23
Seguici su

I matematici svedesi hanno ricalcolato la percentuale della popolazione che deve maturare gli anticorpi affinché possa formarsi una immunità collettiva al coronavirus. In precedenza si considerava il 60% la percentuale della popolazione immunizzata affinché si potesse parlare di ‘immunità di gregge’.

I matematici dell'Università di Stoccolma Tom Britton e Peter Trappman, hanno analizzato il livello di attività sociale delle persone con anticorpi contro il coronavirus e hanno creato un modello per la diffusione del virus. Secondo i loro calcoli, pubblicati sulla rivista Science, l'immunità collettiva provocata da una malattia può formarsi se il 43% della popolazione ha gli anticorpi. Questa percentuale è significativamente inferiore al 60 percento quando l'immunità si forma attraverso la vaccinazione, affermano gli scienziati.

"Il nostro studio mostra che l'immunità che si forma attraverso la diffusione della malattia non è distribuita in modo uniforme come quando la popolazione viene vaccinata. Le persone che acquisiscono l’immunità sono più frequenti tra i gruppi socialmente attivi che hanno un gran numero di contatti sociali. Pertanto, l'immunità è distribuita in modo più efficiente nella società e per formarsi un'immunità collettiva basta una percentuale inferiore della popolazione protetta", ha spiegato Tom Britton in un'intervista a Life Science Svezia.

Dal 15 giugno, tutti i residenti nella regione di Stoccolma possono sottoporsi al test per gli anticorpi contro il coronavirus. In precedenza l'analisi veniva fatta solo ai soggetti a rischio, medici e servizi di emergenza.

Secondo il Karolinska Medical Institute, oltre il 17% di coloro che si sono sottoposti al test risultano possedere gli anticorpi.

In totale, in Svezia sono stati registrati oltre 62 mila casi di COVID-19, oltre cinquemila persone sono morte.

Tema:
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (59)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook