23:44 15 Maggio 2021
Scienza e tech
URL abbreviato
0 33
Seguici su

Un team di archeologi ha fatto una nuova scoperta a breve distanza dal famoso monumento di Stonehenge.

Secondo gli archeologi delle università di St Andrews, Birmingham, Warwick, Glasgow e dell'università del Galles Trinity Saint David, gli almeno 20 megaliti di pietra trovati presso l'antico insediamento di Durrington Walls, sarebbero di datazione neolitica e da attribuire al contesto del complesso sacro di Stonenhenge, che si trova a soli tre chilometri di distanza.

I monoliti sono lunghi 10 metri e larghi 5, si ritiene che formino un cerchio dal diametro di quasi 2 chilometri. Secondo gli esperti, citati dalla BBC, questi misteriosi blocchi, cui funzione è ancora oggetto di studio da parte degli archeologi, sarebbero stati scolpiti forse anche più di 4.500 anni fa. Quindi forse antecedenti a quelli stessi di Stonehenge.

Il periodo dovrebbe corrispondere a quello del Neolitico, o ‘Nuova Era della Pietra’. Il tempo in cui le popolazioni della Gran Bretagna divennero stanziali ed iniziarono a dedicarsi ad agricoltura e pastorizia.

Alcuni dei ricercatori ipotizzano che questi enormi oggetti di pietra possano essere stati creati come confine per delimitare l’area sacra di Stonehenge.

Stonehenge
© AP Photo / Tim Ireland

Il dott. Richard Bates della ‘Scuola della Terre de Scienze Ambientali’ dell'Università di St. Andrews, ha affermato che la scoperta può "darci una visione del passato che mostra una società ancora più complessa di quanto avremmo mai potuto immaginare".

Il dott. Tim Kinnaird, anch’egli della stessa facoltà, ha detto che studiare la terra nelle fosse dei megaliti sta già fornendo "un ricco e affascinante archivio di informazioni ambientali precedentemente sconosciute".

"Siamo ora in grado di scrivere narrazioni dettagliate sul paesaggio di Stonehenge negli ultimi 4000 anni", ha aggiunto.

Stonehenge

Nel patrimonio dell'umanità dell'UNESCO dal 1986, Stonehenge è il più famoso dei ‘Cromlech’ – circoli di megaliti monolitici eretti nel periodo neolitico in funzione di santuari oppure osservatori. L’allineamento delle pietre di Stonehenge è dovuto ai lavori di ricostruzione avvenuti agli inizi del Novecento. Ipotizzando che l’attuale allineamento sia corretto, Stonehenge si presume possa essere stato una sorta di ‘antico osservatorio astronomico’ vista la sua particolare posizione nei confronti dei punti di solstizio ed equinozio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook