01:04 30 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
463
Seguici su

Scienziati australiani asseriscono di aver definito una caratteristica del virus SARS-CoV-2 molto particolare che lo distinguerebbe dagli altri virus.

Secondo uno studio riportato dal quotidiano britannico Daily Mail, scienziati australiani, studiando la resistenza degli organismi viventi alle infezioni, avrebbero notato come il virus SARS-CoV-2 che causa la nota malattia COVID-19, sarebbe capace di legarsi straordinariamente bene alle cellule del nostro organismo pur essendo l’uomo un ospite per questi nuovo.

Il coronavirus si lega al recettore ACE2 tramite una proteina appuntita e, più forte è in grado di legarsi, meno è probabile che scompaia dal suo ospite. La scoperta rivendicata nello studio, consiste proprio nel fatto che il SARS-CoV-2 si sarebbe adattato più facilmente alle cellule umane più che in qualsiasi altra specie, persino meglio che negli stessi pipistrelli, dai quali si presume con ogni probabilità sia originario. Gli scienziati non sono riusciti a trovare nessun’altra specie, a parte la nostra, in cui questo nuovo coronavirus abbia avuto la stessa distribuzione.

"Questo è un nuovo virus che non è mai stato nel corpo umano prima d'ora, eppure ha un livello estremamente elevato di legame con i nostri recettori, il che è estremamente sorprendente", ha detto Nikolai Petrovsky, professore alla Flinders University e primo autore dello studio.

Petrovsky ha per altro osservato che i virus tendono ad adattarsi meglio quando vengono infettate nuove specie, tuttavia l'agente patogeno COVID-19 pare "essere stato completamente ottimizzato fin dal primo giorno senza la necessità di cambiare".

Tema:
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook