02:48 04 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Le osservazioni condotte dai ricercatori su una spirale di polvere e gas attorno a una stella situata a decine di anni luce di distanza dalla Terra, sembra essere un'indicazione della nascita di un pianeta.

Le immagini ottenute dagli astronomi attraverso il Very Large Telescope dell’Osservatorio australe europeo (ESO), potrebbero essere la prima prova diretta della formazione di un nuovo pianeta mai ottenute. A riportare la notizia l’Independent.

Le immagini in questione mostrano una spirale di polvere e di gas intorno alla stella AB Aurigae che si trova a 520 anni luce di distanza dalla Terra. La scoperta rappresenta una “svolta” per la scienza che si domanda da sempre come nasce un pianeta.

Migliaia di esopianeti sono stati identificati finora, ma si conosce poco sulla loro formazione”, ha detto il responsabile della ricerca Anthony Boccaletti dell’Osservatorio di Parigi, citato dal quotidiano.

La coautrice dello studio Anne Dutrey del laboratorio di astrofisica di Bordeaux, ha anche spiegato che la suddetta “svolta” è “attesa da alcuni modelli teorici di formazione del pianeta”.

“Corrisponde alla connessione di due spirali – una che si avvolge verso l’interno dell’orbita del pianeta, l’altra che si espande verso l’esterno – che si uniscono nella posizione del pianeta”, ha spiegato. “Consentono al gas e alla polvere provenienti dal disco di accumularsi sul pianeta in formazione e farlo crescere”.

Correlati:

Nuovo metodo per trovare Esopianeti con Onde Radio, primi risultati degli Astronomi
Pioggia di ferro sull’Esopianeta Wasp-76b, dove un anno dura 2 giorni
L’esopianeta perduto è andato distrutto: collisioni planetarie intorno Fomalhaut
Tags:
Astronomia, Astronomia, esopianeti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook