00:57 22 Ottobre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 103
Seguici su

Il National Film and Sound Archive of Australia ha pubblicato un inedito video in cui appare Benjamin, il Tilacino (detto anche Tigre della Tasmania), morto nello zoo di Hobart nel 1936 ed ultimo esemplare della sua specie. Il documento va ad aggiungersi alle rare immagini rimaste a memoria di questa incredibile specie estinta.

Il filmato, pubblicato il 19 maggio, venne girato nel 1935 per un servizio chiamato “Tasmania, la terra delle meraviglie”. Questo esemplare, chiamato Benjamin, morì nel 1936 e si presume quindi che questa sia una delle ultime riprese fatte all’animale, che fu anche l’ultimo esemplare noto della sua specie.

Nel breve video il Tilacino si aggira nella sua gabbia allo zoo di Beaumaris a Hobart, in Tasmania, come spiega la descrizione allegata e disponibile all’account Twitter dell’Archivio.

​Per fortuna non è questa breve clip l’unica testimonianza visiva che abbiamo di questa splendida ma perduta specie. Dal 1933 in poi sono diverse le riprese che vennero fatte a questo stesso esemplare che già allora si sapeva essere unico.

Il Tilacino

Il Tilacino, meglio noto come tigre o lupo della Tasmania, non era in realtà né un felino, né un canide. Era in realtà un marsupiale pur non assomigliando affatto a Koala o canguri. L’assomiglianza con i canidi è un fenomeno eccezionale e puramente casuale – uno straordinario esempio di ‘convergenza evolutiva’, quel fenomeno per cui a partire da origini del tutto differenti, due specie possano finire per assomigliarsi.

La natura si era sbizzarrita con questa bellissima specie, dotandola di orecchie da lupo, fauci da felino, strie sulla schiena da tigre, corpo affusolato da volpe e marsupio da canguro. I coloni occidentali tuttavia lo cacciarono perché lo ritenevano pericoloso per le greggi. In realtà le sue prede tipiche erano di dimensioni ben più modeste delle pecore ma la persecuzione umana (venivano anche messe delle taglie sulla sua pelle), il ridimensionamento del suo habitat, la concorrenza con i dingo, anch’esso introdotto dall’uomo pur se in epoca molto precedente a quella coloniale, lo aveva ridotto all’estinzione già a inizi secolo scorso. Benjamin fu appunto l’ultimo esemplare noto.

Tilacino - Tasmania (AUS), 1936
© Sputnik / Alessio Trovato
Tilacino - Tasmania (AUS), 1936

Oggi il Tilacino, pur sparito nella vita reale, è rimasto uno dei simboli principali della Tasmania, il suo ultimo rifugio. Lo si trova nello stemma, sui francobolli, monete commemorative, insegne dei pub, etichette della birra, logo delle banche. Esiste un progetto per tentare di riportarlo in vita con la clonazione. Pare che siano riusciti ad isolare delle cellule in sufficiente stato di conservazione da poter eseguire dei tentativi. Il problema è che servirebbe una cellula uovo per inserire il DNA originale ma non esistono esemplari femmina di una specie simile perché non esistono specie simili. Il Tilacino era talmente unico che neppure con la clonazione ora sarebbe tanto facile riportarlo in vita. Non rimane altro che riguardare i vecchi filmati.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook