23:55 02 Giugno 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 4 milioni casi nel mondo (10-20 maggio) (103)
133
Seguici su

I pazienti con Covid-19 possono sviluppare confusione mentale e delirio durante la fase acuta della malattia, mentre nel lungo periodo possono mostrare depressione, disturbi d'ansia e disturbo da stress post-traumatico.

Queste conclusioni sono tratte da uno studio condotto dai ricercatori britannici pubblicato sulla rivista Lancet.

"Le precedenti pandemie influenzali sono state associate a conseguenze neuropsichiatriche di lungo periodo, pertanto è possibile che altre infezioni virali di ampia diffusione possano provocare disturbi mentali persistenti. <...> Il nostro obiettivo era quello di studiare le due precedenti epidemie di coronavirus, SARS e MERS, per identificare le possibili conseguenze neuropsichiatriche per l'attuale pandemia. Abbiamo esaminato i primi dati su COVID-19", scrivono gli autori dello studio nella presentazione della loro ricerca.

Gli esperti hanno analizzato 72 ricerche sullo scoppio della sindrome respiratoria acuta grave, nota anche come SARS, della sindrome respiratoria del Medio Oriente e la nuova infezione da coronavirus COVID-19.

I dati relativi ai pazienti affetti da COVID-19 con un decorso in forma acuta dell'infezione indicano uno sviluppo di delirio o un disturbo mentale accompagnato da confusione, ridotta attenzione, percezione, pensiero ed emozioni. Nel lavoro scientifico è stato mostrato che in 26 pazienti su 40 (65%) finiti in terapia intensiva si è verificato uno stato confusionale, mentre in 40 su 58 (69%) è stato notato uno stato di sovraeccitazione. In un altro studio è stata osservata confusione in 17 su 82 pazienti in fase terminale.

"Se l'infezione da SARS-CoV-2 si verifica in modo simile all'infezione da SARS-CoV o MERS-CoV, la maggior parte dei pazienti deve riprendersi senza malattie mentali. SARS-CoV-2 può causare delirio in una grande proporzione di pazienti nella fase acuta. I medici devono essere consapevoli della possibilità di sviluppo di depressione, ansia, affaticamento, disturbo post traumatico da stress e sindromi neuropsichiatriche più rare nel lungo termine", concludono gli autori dello studio.

Secondo gli ultimi dati dell'Istituto Hopkins, il numero di casi di Covid-19 nel mondo ha quasi raggiunto quota 5 milioni, mentre le vittime sono state oltre 300mila.

Tema:
Coronavirus: superati i 4 milioni casi nel mondo (10-20 maggio) (103)
Tags:
Coronavirus, Società, Medicina, Regno Unito, Scienza e Tecnica
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook