16:20 01 Giugno 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 51
Seguici su

Uno studio congiunto di scienziati americani e svizzeri ha scoperto che soggetti contagiati e guariti dall’epidemia SARS del 2003, oggi possono essere immuni dal nuovo coronavirus che causa la malattia COVID-19. Lo studio potrebbe essere utile anche per trovare l’antidoto immunologico alla pandemia.

Lo studio recentemente apparso sulla rivista Nature sembrerebbe chiaramente dimostrare che i soggetti infettati dal SARS-CoV, che nel 2003 causò la sindrome respiratoria acuta nota come SARS, avrebbero ancora oggi conservata la capacità di produrre gli anticorpi diretti contro la proteina S, che è responsabile dell’aggancio del conronavirus ai ricettori delle superfici delle cellule sane dell’organismo ospite.

In pratica, rivela la ricerca, coloro che 17 anni fa vennero infettati dal SARS-CoV, oggi sono praticamente immuni al SARS-CoV-2 e non possono ammalarsi di COVID-19.

Gli scienziati sono giunti alla conclusione che una delle varietà di tali anticorpi, chiamata S309, può neutralizzare efficacemente le regioni della proteina S del SARS-CoV-2. I ricercatori osservano che cocktail a base di tali anticorpi potrebbero essere utilizzati nel trattamento delle forme gravi di COVID-19 e per la prevenzione della malattia nelle persone ad alto rischio di infezione.

La pandemia dell'infezione da coronavirus COVID-19 si è diffusa in quasi tutto il mondo. Secondo gli ultimi dati dell'OMS, ci sono attualmente almeno 4,6 milioni di persone infette e 312 mila sono le vittime.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook