09:56 05 Giugno 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
1018
Seguici su

Secondo quanto riferito, un programma di ricerca sull'influenza precedentemente lanciato da Bill Gates ha rilevato il primo caso di coronavirus negli Stati Uniti a febbraio, ma è stato recentemente sospeso dalla FDA per i controlli da effettuare sugli algoritmi utilizzati.

La Bill & Melinda Gates Foundation sta investendo ben 6 miliardi di dollari nella ricerca dell'operatore di telecomunicazioni sudcoreano KT sulla ricerca di malattie infettive e prevenzione della pandemia nei prossimi tre anni, secondo quanto riferito da Dong-a Ilbo, con sede a Seoul, aggiungendo che il magnate della tecnologia ha recentemente applaudito il progresso della Corea del Sud nel frenare la diffusione del coronavirus.

Secondo l'operatore telecomunicazioni sudcoreano, nel corso dell'ultimo mese ha condotto sondaggi sui metodi di prevenzione della quarantena di prossima generazione per contenere meglio la diffusione delle malattie globali, con la Bill & Melinda Gates Foundation che mira a unire gli sforzi con KT per sviluppare presto algoritmo di diagnosi per malattie contagiose e un modello di previsione del percorso di diffusione che si baserebbe su una tecnologia d'intelligenza artificiale e una varietà di dati di comunicazione.

"L'uso della tecnologia mobile e dei sensori abbinati all'analisi intelligente dei dati può aiutare ad affrontare alcune delle sfide che i paesi affrontano nella risposta tempestiva ed efficace alle epidemie di malattie", così Andrew Trister, vicedirettore del programma sanitario globale della Fondazione Bill & Melinda Gates, ha elogiato il progetto.

Secondo quanto riferito, la Fondazione pagherà la metà del costo del progetto di ricerca in rate annuali.

Secondo quanto riferito, un gruppo di lavoro sull'innovazione dei dati che ha tenuto discussioni durante il World Economic Forum 2018 è stato il punto di partenza nei legami tra KT e la Bill & Melinda Gates Foundation. Dong-a Ilbo ha precisato che la prima discussione si è svolta nell'aprile dello scorso anno, quando la fondazione ha mostrato per la prima volta interesse alla presentazione di KT intitolata Global Epidemic Prevention Platform (GEPP) al Forum ICT ospitato da Right Fund, un gruppo di investimento che si occupa di assistenza sanitaria globale ricerca.

La ricerca di KT coinvolge gli sforzi di un intero consorzio, composto dal professor Kim Woo-joo del Korea University Medical Center, dal Korea Institute of Science and Technology Information (KISTI), dalla società tecnologica blockchain MediBloc e dal business della sanità digitale Mobile Doctor.

Una applicazione mobile

Uno dei primi obiettivi, secondo quanto riferito fissato per ottobre di quest'anno, è elaborare un'applicazione mobile che verrà utilizzata per registrare sintomi sospetti relativi a malattie come l'influenza. I sensori gestiti dall'IoT devono ottenere temperature corporee, con i sintomi ulteriormente riportati alla piattaforma dell'app, che verranno utilizzati dagli algoritmi basati sull'intelligenza artificiale per esaminare le possibilità di epidemie influenzali e prevedere modelli di diffusione del virus.

Bill Gates ha più volte messo in guardia sui pericoli delle pandemie globali, sostenendo apertamente le misure necessarie per prevenirle.

Più di recente, la sua organizzazione no profit ha lanciato un primo programma di test del coronavirus chiamato SCAN - o Seattle Coronavirus Assessment Network, aveva testato 300 persone al giorno dall'inizio di marzo, prima che gli fosse ordinato dalla FDA di fermarsi per controlli più dettagliati.

Correlati:

Coronavirus in Russia: 290.678 contagi (+8.926), 2.722 decessi (+91), 70.209 guarigioni (+2.836)
Francia, coronavirus: oltre 50 scuole chiudono o rimandano riapertura dopo scoperta di casi positivi
Bill Gates: “Avevo avvertito dei rischi di una pandemia già nel 2015, vorrei aver fatto di più”
Tags:
Bill Gates
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook