01:40 28 Maggio 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
111
Seguici su

L’Agenzia per gli alimenti e i medicinali americana (FDA) ha approvato il primo test per identificare l’infezione da coronavirus da fare in casa con l’uso di saliva. Lo rende noto lo sviluppatore del test, la Rutgers University.

“La Rutgers University ha ricevuto l'approvazione di emergenza dalla FDA per un test per il coronavirus a domicilio che consentirà alle persone di raccogliere la propria saliva e inviarla in un laboratorio per ottenere risultati: tutto questo con comodità a casa propria”, scrive lo sviluppatore del test in un tweet.

Un comunicato, pubblicato sul sito web dell’ateneo, rileva che la nuova tecnologia per la raccolta di saliva in casa permette di condurre un'analisi più ampia rispetto all'utilizzo del metodo standard, con il prelievo dei campioni da naso e gola in una struttura medica o in un altro punto per fare i tamponi, che richiede, tra l'altro, un'interazione fisica con un operatore sanitario.

“La possibilità di raccogliere a casa un campione per un test COVID-19 avrà un impatto notevole sui test che rilevano casi di COVID-19 in New Jersey e in tutta l'America. La protezione sia dei pazienti, che degli operatori sanitari da qualsiasi contatto non necessario ha una primaria importanza, e la raccolta di saliva a domicilio risolve quasi tutte le questioni circa qualità, sicurezza e disponibilità dei test”, ha dichiarato il professore Andrew Brooks.

Secondo gli ultimi dati, forniti dalla John Hopkins University, il numero di contagi confermati da COVID-19 negli USA ha superato quota 1,2 milioni, con oltre 76mila decessi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook