09:54 26 Maggio 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
121
Seguici su

Scoperto nel 2008 dal telescopio spaziale Hubble e poi sparito nel 2014, le indagini astronomiche successive hanno risolto il mistero della sua sparizione, ma non il perché sia sparito.

Fomalhaut è una stella dell’emisfero australe che ritroviamo nella costellazione del Pesce Australe. La sua luminosità (+1,16) è tale che rientra tra le prime venti stelle più luminose che un osservatore può vedere dalla Terra.

Fomalhaut non è una stella solitaria, nel 2008 la ricerca di esopianeti intorno a stelle vicine (25 anni luce) diede i suoi frutti e fu così rinvenuto Fomalhaut b, allora ritenuto un esopianeta di piccola massa incapace di perturbare l’anello di detriti che gravita intorno alla stella Fomalhaut.

Alcuni anni dopo, nel 2014, Fomalhaut b spariva mostrando al telescopio spaziale Hubble solo una scia di nubi e di detriti.

Gli astronomi allora vollero vederci chiaro, per capire cosa fosse accaduto e come mai ora vedevano una immagine di un oggetto spaziale “sbiadito in luminosità e cresciuto in estensione”, riporta la ricerca pubblicata su Pnas, la rivista dell’Accademia nazionale delle scienze degli USA.

Ed ecco rientrare in scena Hubble con i suoi dati di archivio che hanno consentito di appurare che in realtà Fomalhaut b non è mai esistito come esopianeta al momento del suo primo avvistamento. Si è trattato di un abbaglio?

Quel che resta di una collisione tra pianeti

Tuttavia lì qualcosa c’è, o meglio ancore c’era, ed è quel che resta della collisione di due grandi pianeti. Un evento considerato rarissimo dagli scienziati che avviene ogni circa 200 mila anni.

Secondo la nuova indagine scientifica, in quel 2008 Hubble vide il frutto della collisione avvenuta con molta probabilità non molto tempo prima. Si spiegherebbe così il perché a distanza di sei anni (2014) l’oggetto si sia attenuato in luminosità e abbia mostrato un’orbita strana per un pianeta e un effetto “di polvere disperdente”.

Cosa ha provocato la collisione?

Resta comunque un altro mistero. Perché i due pianeti si sono scontrati, si domandano gli scienziati, se il sistema stellare Fomalhaut attraversa una età di quiescenza?

L’ipotesi degli scienziati è che “stiamo probabilmente assistendo agli effetti dell'agitazione gravitazionale dovuta all'evoluzione orbitale di ipotetici pianeti intorno alla stella”.

Correlati:

Hubble e la foto con effetto caleidoscopio della galassia Arco di Sunburst: ne ha viste 12!
Esopianeti con due stelle più comuni di quanto ipotizzato
Mondo infernale: un esopianeta sarebbe così caldo da disintegrare la sua stessa atmosfera
Tags:
Spazio, esopianeti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook