01:00 20 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 12
Seguici su

Uno studio realizzato da ricercatori di un'università danese ha permesso di stabilire che il caffè è in grado di alterare la nostra percezione del gusto di altri prodotti.

Il consumo di caffè sarebbe in grado di farci percepire i prodotti zuccherati come ancora più dolci, facendo invece svanire il sapore di quelli più amari.

Sono queste le conclusioni raggiunte da uno studio condotto dai ricercatori Alexander Wieck Fjældstad e Henrique Fernandes dell'Università di Aarhus, in Danimarca.

Gli autori dello studio hanno sottoposto 156 volontari a dei test gustativi prima e dopo il consumo di caffè: i risultati degli esperimenti hanno dimostrato che quest'ultimo non avrebbe alcun effetto sull'olfatto, ma sarebbe in grado di modificare il nostro gusto, anche nella sua variante priva di caffeina.

Secondo Fjældstad gli effetti avrebbero una durata limitata nel tempo e sarebbe legata alla presenza di determinate sostanze amare nel caffè. 

Gli studiosi si auspicano che tale studio, pubblicato sulla rivista Foods, possa essere utile alle persone affette da obesità e diabete.

In precedenza, uno studio congiunto delle università di Catania e della Navarra, in Spagna, aveva messo in evidenza che bere fino a quattro tazze di caffè al giorno può ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e la pressione alta,

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook