05:07 02 Giugno 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 60
Seguici su

Professore di Medicina Clinica presso l'Università di Aarhus e capo medico presso il Centro per il diabete di Steno presso l'ospedale universitario di Aarhus, Jens Melgor Bruun, ha smentito i miti popolari sull'alcol in un'intervista con Jyllands-Posten.

Ha spiegato che le bevande alcoliche sono diventate parte integrante della vita sociale, quindi le persone sono interessate a minimizzare i danni da esse. Per coloro che non bevono affatto o poco alcolici, i miti sono molto meno importanti.

Il medico ha ricordato l'esistenza di studi che dimostrano che un bicchiere di vino rosso può avere un effetto curativo. Tuttavia, Bruun ha indicato la presenza di altre opere scientifiche. Parlano dell'associazione dell'alcol e di un aumentato rischio di cancro al seno nelle donne. Il medico ha sottolineato che non tutti si riescono a limitare a bere un bicchiere di vino al giorno, la maggior parte beve di più.

Il medico ha anche analizzato il mito secondo cui il corpo è in grado di elaborare una dose standard di alcol all'ora.

"Questo è un mito associato all'idea che se bevo un bicchiere di birra in questo momento, posso mettermi al volante tra un'ora. In effetti, l'elaborazione dell'alcool è fortemente guidata biologicamente", ha spiegato Bruun. Secondo il medico, molto dipende dal sesso, dal peso e anche dalla dose di alcol.

Ha spiegato che se qualche ora dopo un paio di bicchieri di vino ti senti sobrio, la tua percezione è ancora più inibita del solito.

Bruun ha anche ricordato che molte persone, uscendo al freddo dopo aver bevuto bevande forti, si sentono molto ubriache. Il dottore ha definito questa sensazione un'illusione. Il medico ha spiegato che il freddo e il caldo influenzano il corpo in modi diversi, ma che la dose standard di alcol rimane la stessa, anche se una persona beve "su un lastrone di ghiaccio con tempo gelido o sdraiata su una sedia a sdraio in estate".

Bruun ha anche confutato il mito dell'aumento del testosterone negli uomini il giorno dopo aver bevuto alcolici. L'alcol, come ha spiegato il medico, può causare picchi ormonali, ma ciò accade nelle persone che sono già diventate alcoliste.

Parlando della connessione tra i postumi di una sbornia e l'età, il medico ha osservato che molte persone dormono peggio nell'età adulta rispetto, ad esempio, all'adolescenza. Una sbornia, secondo Bruun, può peggiorare un sonno già di bassa qualità.

Correlati:

Bevete responsabilmente. L' OMS ribadisce che l' alcol non cura il coronavirus
Aria di quarantena: i norvegesi fanno scorta di alcolici, ma c’è un problema
India: Lunghissima quarantena e niente alcolici, scoppia il caso delle astinenze
Tags:
alcol
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook