22:48 04 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 271
Seguici su

L'industria spaziale sembra qualcosa di lontano ed impenetrabile e la maggior parte delle persone non sospetta nemmeno di aver a che fare ogni giorno con queste tecnologie "spaziali". Nel 59° anniversario del primo volo dell'Uomo nello spazio, ecco una rassegna delle tecnologie che sono entrate nella nostra vita direttamente dalle stelle.

Dmitry Eremenko, il capo collaboratore scientifico presso il Museo aerospaziale di Mosca stila a Sputnik l'elenco delle tecnologie spaziali "a portata di mano".

Telecomunicazioni e navigazione

Innanzitutto, parliamo di telecomunicazioni e navigazione, perché Internet, la TV satellitare e i navigatori che utilizziamo sono tutti risultati ottenuti dall'industria spaziale. In passato c'era il problema di stabilire una comunicazione continua, con un segnale senza interruzioni: risolto grazie all'invio di satelliti che svolgono la funzione di ponte tra la terra e lo spazio.

Elettroutensili alimentati a batteria

Grazie allo spazio nella nostra vita quotidiana sono comparsi gli utensili elettrici alimentati a batteria. Per estrarre campioni di suolo dalla superficie lunare la missione spaziale Apollo ebbe necessità di avere un trapano portatile. La Black&Decker condusse questo progetto e sviluppò un programma per computer per ottimizzare l’architettura meccanica del motore del trapano con l’obiettivo di garantire un consumo minimo di energia. Questo programma portò allo sviluppo di una linea di prodotti commerciali, strumenti medici ed industriali portatili alimentati a batteria, tra cui la famosa aspirapolvere a batteria Dustbuster.

Lenti antigraffio

Nello spazio aperto le molte particelle di polvere volano ad una tale velocità che possono danneggiare il rivestimento in vetro dei caschi degli astronauti. Negli anni '70, il Lewis Research Center elaborò un rivestimento speciale basato sulla struttura in carbonio dei diamanti.

Questo rivestimento è 10 volte più resistente ai graffi rispetto al vetro comune e grazie a ciò ha trovato applicazione nell'astronautica. Oggi questa tecnologia viene utilizzata nella produzione di una grande varietà di occhiali ordinari.

Tute terapeutiche

Con l'inizio dell'era dei voli spaziali con equipaggio apparve chiaro che in condizioni di assenza di gravità avrebbe sofferto, prima di tutto, il sistema motorio umano: si atrofizzano i muscoli, il volume osseo diminuisce e viene disturbata la coordinazione motoria. Per prevenire le conseguenze negative dello stare in condizione di assenza di peso, i fisiologi e i medici spaziali sovietici svilupparono tute di carico che crearono un peso per il sistema muscolo-scheletrico degli astronauti.

Molte tute terapeutiche, come ad esempio “Pingvin”, “Regent”, “Adeli”, ora sono utilizzate per trattare le persone con disturbi del sistema muscolo-scheletrico, paralisi cerebrale e morbo di Parkinson.
Usando queste tute, i terapisti aiutano i bambini con paralisi cerebrale a imparare a camminare e migliorare la mobilità. Queste tute sono utilizzate anche nella riabilitazione dei sopravvissuti all'ictus.

Apparecchi ortodontici trasparenti
Anche gli apparecchi ortodontici trasparenti sono stati inventati grazie all'industria spaziale. Il materiale con cui sono realizzati, allumina policristallina, fu creato dalla NASA in collaborazione con la compagnia Ceradyne per proteggere le testate dei missili a guida infrarossa, poiché questo materiale è trasparente alle radiazioni infrarosse.
Teflon e chiusura a strappo

Le invenzioni più famose che vengono spesso attribuite allo spazio sono teflon e velcro. Entrambe tecnologie furono inventate molto prima che un uomo volasse allo spazio, ma si diffusero solo dopo essere entrati nel settore spaziale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook