23:24 02 Giugno 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
La pandemia di coronavirus nel mondo (3 - 10 aprile) (105)
1110
Seguici su

L'inquinamento dell'aria aumenta la mortalità da Covid-19, a rimarcare come l'inquinamento ambientale sia deleterio per le vie respiratorie ci ha pensato una ricerca della Harvard University.

Basta 1 microgrammo di PM2.5 in più dispersi nell’aria di una città per aumentare del 15% la letalità nei casi affetti dal nuovo coronavirus.

A scriverlo una ricerca in pre-pubblicazione della Harvard University di Cambridge, USA.

Lo studio si è basato su dati raccolti in 3mila contee degli Stati Uniti che coprono il 98% della popolazione del paese. I dati raccolti sono aggiornati al 4 aprile 2020 e mixano il numero di morti avuto in ciascuna contea e i livelli di medi di PM2.5 nell’aria in un lungo periodo di tempo.

I dati sono stati proporzionati tenendo conto delle dimensioni delle popolazioni in ciascuna contea, dei posti letto negli ospedali, del numero di persone sottoposte al tampone, condizioni climatiche, e altre variabili socio-economiche e ambientali come obesità e soggetti fumatori.

L’inquinamento contribuisce alla morte da Covid-19

Un piccolo aumento dell’esposizione a lungo termine al PM2.5 porta a un grande aumento del tasso di letalità da Covid-19, scrivono i ricercatori mettendo in evidenza quello che si conosce da tempo grazie a numerose ricerche scientifiche in tutto il mondo e cioè che l’inquinamento ambientale peggiora la qualità della vita delle persone aumentando i problemi alle vie respiratorie.

Tema:
La pandemia di coronavirus nel mondo (3 - 10 aprile) (105)

Correlati:

Le persone obese nel mondo "inquinano" quanto Messico e USA messi insieme
Scienziati identificano nuova causa dell'infarto: l'inquinamento
Gas serra: Scoperta un’enorme fonte inquinante naturale
Tags:
Inquinamento, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook