14:57 24 Settembre 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
La pandemia di coronavirus nel mondo (3 - 10 aprile) (105)
2183
Seguici su

La Scuola di Meccanica ed Elettrotecnica dell'Università di Elettronica di Xi'an ha sviluppato una "mascherina elettrostatica antivirale" con uno speciale "purificatore d'aria". Sputnik ha parlato col professor Tong Xufeng dei vantaggi di questo dispositivo rispetto alle tradizionali mascherine chirurgiche.

Nell'intervista l'esperto ha affermato che per i virus è difficile sopravvivere da soli nell'aria: si diffondono principalmente legandosi a particelle. Detto in altri termini, il virus deve prima aggrapparsi a qualcosa e il diametro di queste particelle è generalmente attorno ad 1 micron.

"Il vantaggio della mascherina sviluppata dalla nostra equipe rispetto alla maschera chirurgica sta principalmente nel fatto che può filtrare le particelle con un diametro inferiore a 1 micron. Dopo aver assorbito queste particelle, la maschera usa raggi e campi ad alta tensione per uccidere qualsiasi virus. Se si usano le mascherine convenzionali, le particelle più piccole di 2,5 micron non vengono filtrate."

In precedenza quando a Xi'an le scuole erano state chiuse per il forte inquinamento atmosferico, la squadra del professor Tong Xufeng aveva prodotto mascherine per proteggere dalle piccole particelle e dalle polveri sottili. Anche allora questi dispositivi avevano ottenuto il riconoscimento del mercato.

Durante lo scoppio dell'epidemia di coronavirus, il Dipartimento sanitario della provincia di Xi'an si era messo in contatto con il team di Tong Xufeng chiedendo se le loro mascherine potessero essere usate per combattere il virus. Pertanto i ricercatori hanno deciso di creare mascherine con una funzione antivirale sulla base dei dispositivi elettronici di prima generazione usati contro lo smog.

"Abbiamo aumentato la potenza di radiazione delle maschere originali. L'alta tensione creata dalle maschere elettroniche di prima generazione supera i 3000 volt e ora l'abbiamo aumentata di altri 1000 volt. Di solito produce ozono ad alta tensione. E il suo odore è molto spiacevole, ma la nostra ultima maschera elettronica filtra l'ozono. Inoltre garantiamo che l'alta tensione nella maschera non mette a rischio la persona. Siamo molto scrupolosi."

Secondo le previsioni, ci vorranno circa due mesi prima dell'avvio delle vendite di questa mascherina. Tong Xufeng ha affermato che la richiesta di certificazione per questa mascherina antivirale è già stata presentata ai dipartimenti competenti ed è attualmente in attesa di verifica e approvazione. Allo stesso tempo la produzione in serie di questi dispositivi va avanti contemporaneamente a questo processo.

"Dopo severi controlli da parte dei dipartimenti competenti, arriverà l'autorizzazione per produrre questo prodotto e saremo in grado di immetterlo nel mercato. Abbiamo in programma di lanciare due tipi di mascherine: una per la gente comune e una per il personale medico che combatte l'epidemia in prima linea. Abbiamo anche migliorato la comodità. In precedenza usavamo una forma tradizionale di mascherina. Ora lo stiamo sviluppando sotto forma di una custodia protettiva in silicone trasparente, principalmente per rendere la mascherina più portatile e piccola."

Tema:
La pandemia di coronavirus nel mondo (3 - 10 aprile) (105)
Tags:
Tecnologia, Cina, Medicina, Scienza e Tecnica
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook