04:50 31 Marzo 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Al fine di ridurre al minimo i rischi di sviluppare malattie cardiovascolari, è necessario non solo includere prodotti benefici nella nostra dieta, ma anche evitare quelli che potrebbero essere dannosi, consiglia un noto cardiologo spagnolo. Ma quali sono questi prodotti alimentari da evitare?

Un noto cardiologo spagnolo, Pablo Canepa, al quotidiano La Vanguardia ha voluto spiegare quali sarebbero i cibi da evitare per ridurre al massimo i rischi di malattie cardiovascolari.

Prima di tutto la carne rossa, ha spiegato il professore. La carne rossa contiene molti grassi saturi, il cui consumo dovrebbe essere limitato, preferendo i grassi mono e polinsaturi. Quindi meglio noci, olio extra vergine di oliva, semi, avocado e alcuni tipi di pesce. Al posto della carne rossa molto meglio le carni bianche.

Inoltre, a colazione sarebbe meglio evitare cereali e prodotti da forno, ma anche i semilavorati: torte preconfezionate e congelate, pizze, pasta, dolcetti. Tutto ciò non fa che aumentare il colesterolo ‘cattivo’, ingrassa, e di conseguenza aumenta il rischio di malattie cardiache e dei vasi sanguigni, nonché ovviamente del diabete di tipo 2.

Kanepa sconsiglia categoricamente l'uso di bevande energetiche analcoliche: oltre alla caffeina, contengono molto zucchero e additivi dannosi. L’effetto eccitante incide sul sistema nervoso, che a sua volta può causare problemi al muscolo cardiaco.

Il cardiologo ha sottolineato in modo particolare che è importante ridurre l'assunzione di sale per evitare i rischi associati all'ipertensione. Ha ricordato inoltre che, secondo le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità, la dose giornaliera di sale non dovrebbe superare i due grammi. L'American Heart Association raccomanda di ridurre questo tasso addirittura al grammo e mezzo. Kanepa per dare un’idea ha spiegato che il normale cibo che assumiamo contiene già circa un grammo di sale, quindi superare la dose consigliata salando le vivande porta facilmente a superare la dose giornaliera ritenuta ideale.

Secondo il medico, sarebbe infine necessario abbandonare del tutto l'alcol, che aumenta notevolmente le possibilità di arresto cardiaco e infarto del miocardio, nonché danni al cervello. Utile anche sarebbe limitare il consumo di panna e burro.

In definitiva, conclude Kanepa, se volete salvaguardare il vostro cuore è meglio se optate per una dieta mediterranea classica, con tanta frutta, verdura, noci, legumi, pesce e olio d'oliva, ma limitando il consumo di carne. È anche importante trascorrere 45 minuti di attività fisica ogni giorno e, ovviamente, rinunciare alle cattive abitudini.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook