17:27 13 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 14
Seguici su

SpaceX, il più grande operatore di satelliti commerciali al mondo, ha il piano ambizioso di mettere di 12.000 satelliti in orbita bassa nell'arco di diversi anni, nell'ambito del suo progetto Starlink per fornire un servizio Internet a banda larga a basso costo.

Un noto astronomo e localizzatore satellitare ha espresso preoccupazione per il fatto la scansione dei cieli alla ricerca di asteroidi vicino alla Terra potenzialmente pericolosi potrebbe essere a rischio a causa dei piani ambiziosi di SpaceX di metter e in orbita terrestre bassa oltre 12.000 satelliti nei prossimi anni.

Lo studio "The Low Earth Orbit Satellite Population and Impacts of the SpaceX Starlink" di Jonathan McDowell del Centro di astrofisica di Harvard-Smithsonian analizza l'impatto che la mega-costellazione del servizio a banda larga potrebbe avere su diversi osservatori.

La ricerca, ancora in attesa di revisione e accettata per la pubblicazione prestampata in Astrophysical Journal Letters, afferma:

"Gli astronomi professionisti e quelli occasionali e amatori del cielo notturno, devono aspettarsi un futuro in l’orbita terrestre bassa includerà decine di migliaia di satelliti relativamente grandi."

Il ricercatore ha simulato quanti satelliti in una costellazione di 12.000 che la FCC ha già approvato per SpaceX sarebbero illuminati dal Sole e sopra l'orizzonte da tre diverse latitudini sulla Terra.

"Vediamo che diverse centinaia di satelliti sono sopra l'orizzonte in ogni momento della notte; durante il crepuscolo invernale e per tutta la notte estiva, la maggior parte di essi sono illuminati", scrive McDowell.

Da quando SpaceX di Elon Musk ha iniziato a lanciare gruppi di satelliti nel 2019, gli astronomi hanno espresso preoccupazione per il fatto che il numero crescente di enormi costellazioni satellitari, guidate dal piano di Starlink di inviare fino a 42.000 satelliti in orbita bassa, potrebbe provocare confusione sulle osservazioni scientifiche dello spazio.

Sia gli osservatori del cielo che gli astronomi sono rimasti scioccati dalle luci intense dei satelliti che ostacolano la vista dei principali telescopi e che possono danneggiare tra il 30 e il 40 percento delle immagini astronomiche.

I satelliti di società diverse da SpaceX, come OneWeb, pongono un problema simile, poiché è probabile che vengano colpiti molti osservatori con campi visivi particolarmente ampi, come l'Osservatorio Vera C. Rubin attualmente in costruzione in Cile.

Secondo un recente studio dell'Osservatorio europeo meridionale (ESO), le mega-costellazioni satellitari sono ritenute come influenze "gravi" che incidono tra il 30% e il 50% delle osservazioni prese dall'Osservatorio di Rubin.

"Tuttavia, sembrano esserci altri progetti scientifici che potrebbero essere maggiormente colpiti... Ad esempio, le ricerche di asteroidi vicini alla Terra includono osservazioni fatte al crepuscolo, un momento in cui i satelliti sono illuminati tutto l'anno", scrive McDowell.

L'astronomo ha recentemente esposto l'importanza dell'osservazione continua e senza ostacoli di asteroidi che possono rappresentare un pericolo per la Terra a causa della stretta vicinanza in cui si muovono.

Quando si tratta di rilevare oggetti vicini alla Terra che viaggiano vicino al Sole, i ricercatori in genere li cercano dopo il tramonto, quando i satelliti di Starlink illuminano il cielo.

Pur sollecitando un'ulteriore regolamentazione, che secondo potrebbe aiutare a risolvere il problema, ha sottolineato che le misure proposte al momento non sono efficaci.

Non ci sono stati commenti ufficiali da SpaceX.

In precedenza, per ridurre le preoccupazioni, il CEO di SpaceX Elon Musk ha dichiarato che la società avrebbe lavorato con gli astronomi per sviluppare soluzioni per mitigare qualsiasi impatto sull'osservazione scientifica. In risposta alle critiche, Elon Musk ha twittato a maggio 2019 che la quantità di luce che i satelliti hanno inviato verso la Terra sarebbe stata studiata e che sarebbero state prese misure per mitigare gli effetti modificandoli in modo che fossero meno riflettenti.

Nel frattempo, la società continua a lanciare nuovi lotti di satelliti, poiché un razzo Falcon 9 è equipaggiato per trasportare nello spazio altri 60 satelliti il ​​18 marzo.

Correlati:

Gli scienziati spiegano come deviare un asteroide in avvicinamento
4 chilometri di asteroide in avvicinamento alla Terra, la Nasa avverte il mondo
Anche gli asteroidi possono avere la ‘luna storta’
Tags:
SpaceX
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook