07:20 10 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Da oggi è possibile scovare gli esopianeti grazie ai nuovi radiotelescopi e alle loro onde radio. Si apre un nuovo capitolo nella caccia ai pianeti delle altre stelle.

Un gruppo di scienziati è riuscito a scovare un esopianeta utilizzando le onde radio per la prima volta, lo riporta Science Alert.

Come fa notare il magazine online, attualmente ci sono due metodi principali per la rilevazione degli esopianeti: uno comporta l’osservazione della luce della stella quando un esopianeta passa tra l’osservatore e il disco della stella; il secondo metodo si basa sulla rilevazione di una “debole interazione della gravità del pianeta sulla stella”.

Questa volta gli astronomi hanno studiato l’attività delle onde radio emanate dalla stella GJ 1151, ed hanno rivelato una apparente interazione tra il campo magnetico della stella e l’orbita di un esopianeta, che sembra essere simile all’interazione tra il campo magnetico di Giove e la sua luna Io.

“Abbiamo adattato le conoscenze di decenni di radio osservazioni di Giove al caso di questa stella”, ha riferito Jow Callingham del Netherlands Institute for Radio Astronomy (ASTRON).

“Si prevedeva da tempo che una versione gigante di Giove-Io esistesse nei sistemi pianeta-stella e le emissioni che abbiamo osservato si adattano molto bene alla teoria”.

Il nuovo metodo, basato sull’analisi dei segnali radio provenienti da una stella, offre potenzialmente nuove opportunità per cercare esopianeti più piccoli che sono difficili da rilevare con gli attuali metodi, offrendo così all’umanità maggiori opportunità di trovare mondi potenzialmente abitabili.

“Il nostro lavoro ha dimostrato ciò che è possibile fare con la nuova generazione di radiotelescopi e ci mette su di un percorso entusiasmante”, ha dichiarato Harish Vedantham di ASTRON, rilevando che “l’obiettivo a lungo termine degli scienziati è quello di determinare quale impatto ha l’attività magnetica della stella sull’abitabilità di un esopianeta e le emissioni radio sono un grosso pezzo di quel puzzle”.

Correlati:

Il Nobel per la fisica 2019 a Peebles, Mayor e Queloz per aver scoperto gli Esopianeti
Esopianeti con due stelle più comuni di quanto ipotizzato
Mondo infernale: un esopianeta sarebbe così caldo da disintegrare la sua stessa atmosfera
Tags:
esopianeti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook