21:41 07 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
0 40
Seguici su

I veterinari americani che hanno studiato i gatti feriti durante gli incendi del 2017-2018 in California, hanno scoperto che molti di loro, oggi, soffrono di malattie cardiache. Molto probabilmente, dicono gli scienziati, le stesse conseguenze potrebbero potrebbero essere rilevate anche negli esseri umani che vissero quell’evento.

Si tratta di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica ‘Scientific Reports’ dai ricercatori della School of Veterinary Medicine di Davis dell'Università della California e intitolato “I gatti con lesioni da ustioni termiche causate dagli incendi in California mostrano prove ecocardiografiche di ispessimento miocardico e trombi intracardiaci”.

Gli autori hanno esaminato 51 gatti destinati al trattamento in cliniche veterinarie dopo l'incendio di Tabbs a Santa Rosa nel 2017 e l'incendio di Camp in Paradise nel 2018. Gli ecocardiogrammi e gli ultrasuoni hanno rilevato che i gatti avevano gravi disturbi cardiovascolari.

"Ciò che ci ha colpito di più è stato l'enorme numero di gatti che hanno sofferto e la gravità delle loro condizioni", ha detto Catherine Gunther-Harrington, professoressa di cardiologia clinica, nel comunicato stampa dell'università.

Lo studio ha dimostrato che oltre la metà dei gatti colpiti dagli incendi presentava un ispessimento del miocardio, e che il 30 percento presentava coaguli di sangue. Tutti questi segnali sono considerati dai medici fattori di alto rischio. In effetti 6 dei gatti sono morti durante gli studi.

Secondo gli scienziati, anche gli esseri umani rischiano cambiamenti cardiovascolari considerevoli dopo le ustioni. Maggiore l’ustione, più pesante potrebbe essere il danno. Lo stesso schema è stato osservato nei gatti, ma qui il grado di cambiamento rilevato è stato molto più elevato che negli umani. Segno che i piccoli felini sarebbero molto più sensibili a questo tipo di traumi rispetto a noi.

"Molti di questi gatti con ustioni moderate hanno avuto cambiamenti cardiaci molto gravi", afferma la professoressa Gunter-Harrington.

Gli incendi del 2017-2018 sono stati i più gravi della storia della California e hanno causato la morte di 86 persone e molti animali. Tuttavia, non sono stati condotti studi sistemici sugli effetti degli incendi sulla salute umana.

Gli autori ritengono che il loro lavoro aiuterà gli scienziati medici a comprendere quanto sia grave questo problema per l'uomo e a sviluppare metodi efficaci di trattamento e prevenzione.

Gli scienziati hanno in programma di continuare a monitorare i gatti sopravvissuti agli incendi: da un lato, al fine di sviluppare un'efficace terapia farmacologica per il loro trattamento e la prevenzione della trombosi, e dall'altro, per comprendere meglio le conseguenze di inalazioni e traumi in animali e uomo durante eventi come quelli degli incendi avvenuti in California.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook