20:24 07 Aprile 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
3152
Seguici su

Stando a quanto riportato dal quotidiano di Pechino Huanqiu Shibao, un equipe di scienziati cinesi avrebbe dato il via ai test su un vaccino per il coronavirus.

Alcuni esperti dell'Università di Tianjin starebbero già da giorni effettuando esperimenti per verificare l'efficacia di un potenziale vaccino orale per il nuovo coronavirus cinese. Lo riferisce il quotidiano Huanqiu Shibao

Gli scienziati, coordinati dal professor Huang Jinhai, avrebbero elaborato un vaccino a base di lievito per la panificazione (Saccharomyces cerevisiae, in latino ndr) e proteine spike del Covid-19 come bersaglio per la generazione di anticorpi.

Proprio le proteine spike, spiegano dalla Cina, potrebbero rivelarsi fondamentali grazie alla loro capacità di attaccarsi ai recettori cellulari, rendendo possibile la penetrazione del virus nell'organismo.

Il professor Huang avrebbe già assunto quattro dosi del preparato, senza che fosse rilevato alcun effetto collaterale.

I vantaggi legati all'utilizzo di un vaccino orale, sostengono i ricercatori cinesi, sono legati non soltanto ad un maggiore grado di sicurezza al momento dell'assunzione e alla facilità di produzione del preparato, ma anche alla capacità dello stesso di stimolare il sistema immunitario.

Al momento attuale, gli scienziati avrebbero già ricostruito lo screening dei ceppi ricombinanti del virus e avrebbero approntato una modesta quantità di campioni del vaccino, che potrebbe essere utilizzato sia a scopi profilattici che terapeutici.

Il coronavirus cinese

Il nuovo ceppo di coronavirus è stato rilevato per la prima volta a Wuhan, nella provincia di Hubei, alla fine di dicembre e da allora si è diffuso in oltre 25 altri paesi.

In Cina il numero di infetti avrebbe superato i 77000, con oltre 2500 vittime, tra cui anche diversi medici ed infermieri stroncati dal Covid-19.

Le autorità di Pechino, da alcune settimane, hanno adottato misure ancora più rigorose, volte a combattere lo scoppio del virus mortale, e attualmente sono circa 60 milioni i cittadini della Repubblica Popolare Cinese costretti a vivere in stato di quarantena.

Alla fine di gennaio, riconoscendo la gravità della situazione, l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l'emergenza sanitaria globale alla luce dell'epidemia.

Tema:
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook