11:07 10 Agosto 2020
Scienza e tech
URL abbreviato
221
Seguici su

Un esopianeta gioviano caldo potrebbe ben presto entrare in rotta di collisione con la sua stella, la fine che farebbe è tremenda. Gli scienziati lo monitoreranno per oltre 10 anni.

Un esopianeta più grande di Giove del 20% (Ngts-10b) è stato osservato ruotare attorno alla sua stella in una collocazione così vicina che si teme potrà essere ben presto inghiottito o distrutto dalle forze mareali del suo sole.

Il gigante gassoso caldo è stato scoperto con il metodo dei transiti nell’ambito della ricerca del Netx-Generation Transit Survey (Ngts). Gli autori della scoperta e dello studio ne hanno dato notizia sul Monthly Notices of the Royal Astronomical Society ed anche l’Inaf ha pubblicato un articolo sull’importante scoperta.

Le caratteristiche dell’esopianeta

Il cosiddetto Gioviano caldo, orbita intorno alla sua stella ad una distanza 27 volte inferiore rispetto a quella che separa Mercurio dal Sole.

L’esopianeta è così vicino alla sua stella da girarci intorno in sole 18 ore. Li, quindi, un anno dura meno delle nostre 24 ore.

Gli scienziati hanno anche rilevato che questo esopianeta gioviano caldo rivolge alla sua stella sempre la stessa faccia, la quale dovrebbe avere temperature stimate intorno ai 1.000 gradi celsius.

La sua stella, che si trova a mille anni luce da noi, ed ha 10 miliardi di anni, è il 70% del raggio del Sole ed è 1.000 gradi più fredda, ovvero 4.000 gradi celsius.

La tremenda fine dell’esopianeta gioviano caldo

Secondo gli scienziati, che continueranno a tenerlo sotto controllo per almeno altri 10 anni, il gigante gassoso potrebbe essere destinato a una fine tremenda. Se dovessero notare dei cambiamenti nella sua orbita e questa dovesse diventare a spirale, sarebbe l’indicazione chiara che l’esopianeta è in rotta di collisione con la sua stella, dalla quale verrebbe distrutto nel giro di molto poco.

Il telescopio spaziale James Webb probabilmente lo studierà, non appena sarà collocato in orbita.

Correlati:

Il Nobel per la fisica 2019 a Peebles, Mayor e Queloz per aver scoperto gli Esopianeti
Esopianeti con due stelle più comuni di quanto ipotizzato
Mondo infernale: un esopianeta sarebbe così caldo da disintegrare la sua stessa atmosfera
Tags:
esopianeti, Spazio, Universo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook