Ksenia Sobchak, conduttrice televisiva russa e candidata alle presidenziali russe

Sobchak ha invitato a rimuovere la tomba di Stalin dalla Piazza Rossa

© Sputnik . Alexey Filippov
Elezioni Presidenziali in Russia - 2018
URL abbreviato
29518

La candidato alla presidenza Ksenia Sobchak ha invitato ad equiparare la pubblica di riabilitazione di Stalin ad un crimine e ha chiesto di "lavare via la macchia", eliminando la tomba di Stalin dalla Piazza Rossa.

"La condanna di Stalin l'ha emessa la storia. L'assemblea parlamentare dell'OSCE nella risoluzione del 2009 ha equiparato il regime di Stalin ai nazisti. Stalin e Hitler sono fratelli gemelli, per sempre maledetti dall'umanità" ha detto Ksenia Sobchak sul suo canale YouTube.

Ha osservato che nel 1937-1938, sono state emesse quasi 700 mila condanne a morte, ha ricordato quelli che sono morti nei campi per malattie e ferite.

"Ricordiamoci di circa 2 milioni di contadini, repressi durante la collettivizzazione, i 200 mila tartari deportati della Crimea, 100 mila calmucchi. Di mezzo milione di deportati ceceni e ingusci ne è morto un quarto" ha riferito Sobchak, aggiungendo che lei è d'accordo con Ramzan Kadyrov, che ha maledetto di Stalin.

Secondo lei, fa vergogna e paura, che nel XXI secolo nel paese sei degli otto candidati alla presidenza esaltano e giustificano i crimini contro il popolo russo. Sobchak ha criticato Grudinin, che dichiara che "Stalin è il nostro miglior leader negli ultimi cento anni".

"Immaginate, come nella Germania moderna un candidato cancelliere dica "votate per me, ho i baffi come il Fuhrer". Si, pensate davvero che in  Russia non ci sia nulla di cui essere orgogliosi, se non della figura del tiranno sanguinario?" ha detto.

Secondo Sobchak, per la vergognosa macchia che è Stalin, è necessario sbarazzarsi e dire la verità:

"Lui è il responsabile della morte di milioni di persone. I politici che gli riconosco un mitico ruolo positivo sono complici dei suoi crimini e dei reati futuri" ha detto Sobchak.

Secondo lei, Stalin deve essere rimosso dalla Piazza Rossa, e la sua pubblica riabilitazione deve diventare un reato come il fascismo. "E i politici che sognano degli effettivi anni '40-50, devono lavorare guide al museo dei Gulag e non guidare il nostro paese in futuro".

Le elezioni presidenziali in Russia si terranno il 18 marzo ed alla carica aspirano otto persone: Sergej Baburin (partito "Unione Popolare Russa"), Pavel Grudinin ("Partito Comunista della Federazione Russa"), Vladimir Zhirinovskij (Partito Liberal-Democratico della Russia), Vladimir Putin (indipendente), Ksenya Sobchak (partito "Iniziativa Civile"), Maxim Suraykin (partito "Comunisti di Russia"), Boris Titov ("Partito della Crescita"), Grigorij Yavlinskij (partito "Yabloko").  

Correlati:

Sondaggio, russi contrari alla candidatura della Sobchak a elezioni presidenziali
Ksenya Sobchak: la candidata "contro tutti"
Putin su Sobchak: slogan "contro tutti" non è positivo
Tags:
Elezioni, Ksenia Sobchak, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik