Leader of the Liberal Democratic Party of Russia Vladimir Zhirinovsky, center, visits The Red Pine dog shelter in Moscow

Zhirinovsky: la "più dura dittatura" in caso di elezione

© Sputnik . Anton Denisov
Elezioni Presidenziali in Russia - 2018
URL abbreviato
1597

Il candidato alla presidenza della Russia Vladimir Zhirinovsky ha promesso, in caso di elezione, di dar inizio alla più dura dittatura.

"Ho la forza per cambiare la situazione nel paese, io punirò gli oligarchi e tutti quelli che rubano, farò tornare tutti i soldi dall'estero. In democrazia questo non è possibile, guiderò la più dura dittatura", ha detto nel corso di un dibattito sul Primo canale.

Prevede di creare anche "due potenti partiti", quando "la Russia diventerà un paese ricco".

"E ogni volta diversi candidati da questi partiti saranno i presidenti", ha aggiunto il leader del partito liberal-democratico.

Le elezioni presidenziali in Russia si terranno il 18 marzo ed alla carica aspirano otto persone: Sergej Baburin (partito "Unione Popolare Russa"), Pavel Grudinin ("Partito Comunista della Federazione Russa"), Vladimir Zhirinovskij (Partito Liberal-Democratico della Russia), Vladimir Putin (indipendente), Ksenya Sobchak (partito "Iniziativa Civile"), Maxim Suraykin (partito "Comunisti di Russia"), Boris Titov ("Partito della Crescita"), Grigorij Yavlinskij (partito "Yabloko"). 

Correlati:

Zhirinovsky si aspetta il ritorno volontario nella Federazione Russa dei territori ex-Urss
Sobchak bagna Zhirinovsky con l'acqua durante il dibattito
L'Ambasciata russa a Londra ricorda l'ingerenza americana nelle elezioni in tutto il mondo
Tags:
Elezioni, Vladimir Zhirinovsky, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik