17:12 20 Aprile 2021
Reportage
URL abbreviato
Di
0 49
Seguici su

Le tracce di sangue lasciate sulla scena del crimine mostrano la brutale violenza con cui è stato aggredito padre Leonardo Grasso, ucciso da chi lo conosceva, trucidato da un uomo che aveva aiutato.

"La pazzia, la pazzia", la parola che corre nell'aria ancora acre di fumo e cenere sulle bocche dei volontari e che recuperano gli ultimi effetti di Don Leonardo Grasso, frate camilliano coordinatore della comunità Tenda San Camillo, un centro che presta soccorso a malati di Aids ed ex tossicodipendenti.

Un raptus di follia o forse l'estorsione di una piccola somma, queste sono le ipotesi più accreditate all'interno del piccolo centro situato a Riposto, paese etneo della provincia di Catania, ma sul movente vige ancora il riserbo delle indagini.

Il sospettato è stato subito fermato. Alcuni fonti riferiscono a Sputnik Italia che l'indagato, dopo il rogo, era scappato con l'aiuto di Padre Leonardo, e questo ha reso più semplice la sua individuazione e arresto. Era un ospite della comunità, con gravi precedenti penali.

L'uomo che ha ritrovato la salma alle 5.00 di sabato 5 dicembre, spiega che Padre Leonardo si chiudeva a chiave la notte. Ma questo non è stato sufficiente: il carnefice è entrato da una porta secondaria e ha aggredito armato il frate camilliano. Si presume che l'aggressione sia avvenuta con un bastone.

CONTENUTI SENSIBILI:

  • Ingresso dei locali della comunità dove è stato appiccato il fuoco
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Ingresso dei locali della comunità dove è stato appiccato il fuoco
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
  • Reportage sul prete ammazzato a Catania
    Reportage sul prete ammazzato a Catania
    © Sputnik . Clara Statello
1 / 10
© Sputnik . Clara Statello
Reportage sul prete ammazzato a Catania

Due roghi sono stati appiccati, presumibilmente per cancellare le tracce del crimine, all'interno del piccolo locale che costituisce la sua umile abitazione, al primo piano dell'edificio che ospita la comunità camilliana. La salma è stata ritrovata carbonizzata in un angolo della camera alle prime luci dell'alba, ma non è chiaro se il decesso sia stato dovuto all'aggressione o alle fiamme, sprigionate dal letto e dalla porta.

 

L'uomo ha dato l'allarme immediatamente e il suo primo pensiero è stato che l'aggressore, dati i precedenti, potesse colpire altre vittime in una tragica escalation, spiega. Temeva una strage.

Filippo, volontario della comunità, mentre cucina il pranzo per gli ospiti ricorda padre Leonardo.

"Una persona umile e di grande cuore. Chi conosceva il mondo di Leonardo si rendeva conto che questa era una famiglia", dice a Sputnik Italia.

"Questo amore che ha speso per i suoi ammalati lo ha portato a vivere un amore e una totalità di vita sino alla fine, la morte", il ricordo commosso di Padre Salvatore a Sputnik Italia.

Padre Leonardo muore a 78 anni, gli ultimi 25 dedicati ad aiutare i malati di una terribile malattia nella Comunità di Tenda San Camillo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook