09:24 29 Ottobre 2020
Reportage
URL abbreviato
Di
Cooperazione Italia Russia (101)
8437
Seguici su

La missione del Ministro degli Esteri italiano a Mosca è stata all'insegna della diplomazia economica ed ha gettato le basi peril 2021, a cominciare dalla riattivazione del consiglio imprenditoriale italo-russo.

La missione del ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio a Mosca è stata breve, ma intensa. Oltre al colloquio con il ministro degli Esteri russo Lavrov, il titolare della Farnesina ha presieduto la XVII riunione del Consiglio Italo Russo di Cooperazione Economica e Finanziaria, ospitato nel modernissimo centro per la ricerca industriale di Skolkovo, alle porte di Mosca.

La culla delle start-up russe, una città nella città grande come 40 campi da calcio, che tra i suoi residenti conta anche l'italiana Enel.

Per la prima volta dallo scoppio della pandemia si è svolta una riunione bilaterale in presenza di una delegazione europea in Russia e, come è diventato consuetudine dire ora, "nel pieno rispetto delle norme vigenti".

Vale a dire tampone obbligatorio per tutti i giornalisti presenti nelle 24 ore precedenti e solerte lavoro degli addetti al cerimoniale: dieci minuti prima della firma dei protocolli è stato aggiunto un secondo tavolo nella postazione dove si sono seduti i due ministri, per garantire il distanziamento.

  • Prima: la postazione della firma
    Prima: la postazione della firma
    © Sputnik
  • Dopo: i due ministri firmano i protocolli d'intesa
    Dopo: i due ministri firmano i protocolli d'intesa
    MINPROMTORG
1 / 2
© Sputnik
Prima: la postazione della firma

Denis Manturov e Luigi Di Maio hanno discusso una vasta gamma di questioni relative alla cooperazione nei settori chiave delle relazioni italo russe: industria, trasporti, turismo, scienza, cultura.

Il 2021 sarà l'anno incrociato dei musei italo-russo, l'anno in cui - restrizioni covid permettendo - i cittadini italiani potranno programmare un viaggio in Russia senza dover più chiedere un visto fisico, e l'anno della ripartenza del comitato imprenditoriale italo russo, per dare impulso alle relazioni economiche fra i due paesi.

Progetti presenti e futuri

Il covid non ha risparmiato la bilancia dell'interscambio russo-italiano. Ecco le cifre:

  • nel periodo gennaio-luglio 2020, il valore del commercio italo-russo è diminuito rispetto allo stesso periodo del 2019 del 24,8% per un controvalore di 10,8 miliardi di dollari
  • le esportazioni russe verso l'Italia sono diminuite del 34,3%, e sono state pari a 5,6 miliardi di dollari
  • le esportazioni italiane in Russia sono diminuite del 10,8% - e sono state pari a 5,2 miliardi di dollari

Un trend come prevedibile negativo, ma illuminato dai casi di alcune eccellenze che in questo momento difficile non si sono tirate indieto:

  • A fine settembre il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti RDIF - lo stesso che ha promosso la ricerca e lo sviluppo del vaccino Sputnik V - e Barilla hanno siglato un accordo da 100 milioni di euro per la costruzione di un secondo impianto in Russia
  • Danieli si è aggiudicata la commessa per la realizzazione di un impianto del valore di 430 milioni di euro nel polo metallurgico della OMK di Vyksa, regione di Nizhny Novgorod, che fornisce le Ferrovie Russe (RZD) ed il progetto del gasdotto North
Denis Manturov
MINPROMTORG
Denis Manturov
"Continua la collaborazione con Leonardo S.p.A. nell'ambito del programma Superjet 100. Ci sono progetti interessanti e promettenti nel settore degli elicotteri, come la produzione degli elicotteri VRT500 in joint venture tra Russian Helicopters ed Italo design. E' già pronta una linea per l'assemblaggio di prototipi di elicotteri VRT500 presso gli stabilimenti di Vertex Aero S.r.l. Inoltre, è in corso un lavoro congiunto sulla produzione di singole unità, ad esempio un sistema di alimentazione resistente agli incidenti per un elicottero VRT500 monomotore leggero. La produzione in serie di apparecchiature dovrebbe iniziare nel 2023." - ha sottolineato Denis Manturov.

L'Italia si vede confermato lo status di ospite d'onore alla fiera internazionale dell'innovazione applicata all'industria INNOPROM 2021 a Ekaterinburg, quando l'auspicio di tutti è che la crisi covid sia già alle spalle.

Di Maio in missione a Mosca - Visita a Skolkovo
MINPROMTORG
Luigi Di Maio
"Sappiamo che le nostre economie sono altamente complementari e siamo molto interessati a partecipare sempre di più alla diversificazione dell'economia russa. In particolare, i piani di sviluppo degli investimenti russi sembrano molto attraenti agli occhi della parte italiana. Vediamo molti settori promettenti per la cooperazione: infrastrutture, energia, trasporti, industria agricola, sostegno alle start-up e innovazioni" - le parole di Di Maio.

IL BILANCIO DELLA GIORNATA

Bene la continuità del dialogo sul piano politico e meglio ancora la rinascita di un organismo che si occupi in maniera pragmatica di intercettare le opportunità menzionate dai ministri Di Maio e Manturov, traducendole dalle parole ai fatti.

Questo il giudizio della giornata di Ernesto Ferlenghi, presidente di Confindustria Russia.

"In questo momento, reso difficile anche da gli ultimi avvenimenti nella politica internazionale, la visita del Ministro degli Esteri italiano a Mosca è un segno di continuità nel dialogo con la Federazione Russa" - rileva Ferlenghi.

La vera notizia di giornata è però la ripartenza del comitato imprenditoriale italo-russo, inattivo da troppo tempo. L'annuncio è arrivato al termine dell'assemblea del CIRCEIF, lo presiederanno Marco Tonchetti Provera - direttore generale di Pirelli per l'Italia - e Dmitry Konov, presidente del CdA di Sibur per parte russa. 

Ora come non mai il business ha imparato a convivere ed a confrontarsi velocemente anche a distanza e questo sarà uno strumento molto attivo:

"Grandioso che sia ripartito il comitato imprenditoriale che era inattivo e che è ripartito con la miglior soluzione. Perchè perchè i due copresidenti, Tronchetti Provera e Konov, sono amministratori delegati di aziende private con capitali d'impresa, sono contraddisttinti dal pragmatismo di chi conosce l'impresa. Sibur è un grande gruppo nel petrolchimico in Russia, mentre da quello che so Di Maio ha avuto un ruolo importante nella nomina per parte italiana e la ha assegnata alla persona che meglio conosce la Russia, Tronchetti Provera e Pirelli, una società che ha localizzato in Russia. Figure che parlano il linguaggio degli imprenditori e noi come Confindustria Russia ci saremo, e porteremo avanti le istanze degli imprenditori" spiega Ferlenghi a Sputnik Italia.
Di Maio in missione a Mosca - Visita a Skolkovo
© Foto : MINPROMTORG
Di Maio in missione a Mosca - Visita a Skolkovo
Tema:
Cooperazione Italia Russia (101)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook