20:36 29 Settembre 2020
Reportage
URL abbreviato
Di
0 170
Seguici su

Ferragosto. Tutti gli italiani sono in vacanza e, quest'anno, la quasi totalità è rimasta nel Bel Paese: più del 90 per cento.

Le mete extraeuropee sono ad oggi quasi tutte chiuse, e anche dai Paesi europei arrivano notizie scoraggianti: l'aumento dei contagi (Francia, Spagna, Germania), i turisti italiani tornati infetti dalle vacanze in Croazia, etc. 

Un po’ dunque per paura, un po’ per il bonus Vacanze, gli italiani sono rimasti in Italia. Per le destinazioni estive ci si divide così tra mare e montagna, mentre le città d’arte sono praticamente vuote.

Anche se in molti certamente sanno del bonus, e quasi la metà degli italiani aveva intenzione di usarlo, in realtà ad oggi lo hanno scaricato solo in un milione 237 mila, per un valore di circa 550 milioni di euro, di cui usati al momento solo 273 mila, circa il 20 per cento. Ciò sembrerebbe dovuto anche alla difficoltà di trovare l'albergo giusto, perché solo circa il 16 per cento delle strutture accetta il Bonus Vacanze.

Comunque, mentre al mare si registra il quasi tutto esaurito, in montagna ancora si può trovare qualche località poco frequentata dove godere della pace e della tranquillità, nonché di temperature gradevoli intorno ai 20-23 gradi. C'è chi riesce persino a sciare (certamente per gli amanti delle esperienze insolite).

© Sputnik . Evgeny Utkin
Le Dolomiti

Una delle località montane più note e apprezzate restano le Dolomiti, che non a caso il 26 giugno 2009 sono state iscritte nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO “tra i più bei paesaggi montani che vi siano al mondo”. Difficile visitare tutti i paesi, percorrere tutti i sentieri, e fare foto ovunque, ma qui troverete per lo meno un piccolo assaggio di bellezza... e di freschezza.

Una delle attrazioni più particolari delle Dolomiti è certamente il Geoparc Bletterbach, situato a qualche chilometro sopra Aldino, dove per 8 km si cammina in un'altra epoca.

Geoparc Bletterbach
© Sputnik . Evgeny Utkin
Geoparc Bletterbach

La gola del Bletterbach vi permette infatti di viaggiare nel tempo, riportandovi a 40 milioni di anni fa.

© Sputnik . Evgeny Utkin
La gola del Bletterbach

Oltre alla gola, si ammirano poi le cascate ed il Corno Bianco, dove si può salire fino a 2316 metri ed ammirare un paesaggio mozzafiato. 

© Sputnik . Evgeny Utkin
Il Corno Bianco

Un altro luogo indimenticabile è poi il Passo Sella, che separa il gruppo del Sassolungo dal gruppo del Sella. Il valico segna il confine naturale tra la Val di Fassa e la Val Gardena e collega Canazei con Selva di Val Gardena. Il panorama che si può ammirare è davvero affascinante, con una vista sulle Torri del Sella, la barriera delle Mesules e il gruppo del Sassolungo, che svetta con i suoi 3.181 m.  

© Sputnik . Evgeny Utkin
Il Passo Sella

Il Covid, però, lascia purtroppo i suoi segni anche qui. Nelle città, piccole e grandi, tante persone portano le mascherine anche all’aperto.

© Sputnik . Evgeny Utkin
La gente indossa le mascherine

Addirittura, anche scalando per i sentieri più isolati, in assenza quasi totale di persone, si può incontrare qualche escursionista con la mascherina ben aderente a naso e bocca.

  • Le Dolomiti
    © Sputnik . Evgeny Utkin
  • Mirtillo nero
    © Sputnik . Evgeny Utkin
  • Ortisei
    © Sputnik . Evgeny Utkin
  • Val Gardena
    © Sputnik . Evgeny Utkin
  • Le Dolomiti
    © Sputnik . Evgeny Utkin
  • Le Dolomiti
    © Sputnik . Evgeny Utkin
  • Estate in Italia
    © Sputnik . Evgeny Utkin
1 / 7
© Sputnik . Evgeny Utkin
Le Dolomiti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook