Widgets Magazine
14:23 24 Agosto 2019
Manifestazione di PEGIDA a Colonia

L’aumento del crimine tra i migranti ha portato ad attacchi alle moschee

© REUTERS / Wolfgang Rattay
Punti di Vista
URL abbreviato
437

I musulmani tedeschi hanno esortato il governo a proteggere le moschee di fronte alle crescenti minacce di attacchi e allo sviluppo dell’islamofobia.

Secondo Joachim Paul, deputato europeo e vicepresidente del partito Alternativa per la Germania in Renania-Palatinato (AfD) nella Renania-Palatinato, l’aumento del crimine potrebbe essere legato alla crisi dei rifugiati iniziata nel 2015.

Il Consiglio di coordinamento tedesco dei musulmani, che unisce le quattro organizzazioni islamiche del paese, ha espresso preoccupazione per l’apparente aumento degli attacchi anti-musulmani nel paese e ha invitato Berlino ufficiale ad adottare le misure necessarie per garantire la sicurezza delle moschee e per assicurare quella dei musulmani nel paese.

Il 18 luglio il quotidiano Hurriyet ha riferito all’Unione islamica turca per gli affari religiosi (DITIB), una delle più grandi organizzazioni islamiche tedesche, che in soli 10 giorni almeno sei moschee DITIB e una moschea araba sono state attaccate nel paese.

I musulmani e i fedeli musulmani hanno più che mai bisogno della protezione dello stato e, giustamente, si aspettano un aiuto simbolico dai principali governi tedeschi e politici dell’opposizione, secondo una dichiarazione dell’organizzazione.

Secondo il Ministero federale dell’interno, nel 2018 sono stati registrati nel Paese almeno 813 crimini islamofobi contro musulmani e moschee, mentre i dati del Ministero del 2017 mostrano 950 crimini simili.

"Lo stato è impegnato a proteggere la vita e i diritti di ogni cittadino tedesco, indipendentemente dalla sua età, sesso, orientamento sessuale e, naturalmente, religione", ha affermato Joachim Paul.

Se vengono attaccate moschee o musulmani, è necessario farli proteggere dalla polizia. Tuttavia, penso che sia sbagliato chiedere una politica che miri a promuovere la tolleranza solo nei confronti dei musulmani. Altrettanto importante è aumentare la tolleranza tra i musulmani, ha affermato.

Paul ritiene che sia importante guardare al quadro generale e comprendere che il recente aumento degli attacchi contro i musulmani in Germania è stato preceduto da una serie di attacchi di immigrati e richiedenti asilo dal Medio Oriente e dal Nord Africa contro cittadini tedeschi, cosa che è esplosa nel contesto della crisi dei rifugiati, iniziata nel 2015 .

Dalla metà del 2015, oltre 1,5 milioni di migranti sono entrati nel paese, supportati dalla politica delle frontiere aperte del cancelliere tedesco Angela Merkel.

Un rapporto dell’Ufficio federale di polizia criminale pubblicato a maggio 2018 evidenzia un numero crescente di crimini, tra cui reati sessuali, aggressioni, furti, omicidi e altri crimini commessi da migranti provenienti dal Medio Oriente e dal Nord Africa dal 2015 al 2017.

Secondo il rapporto, 4.852 migranti sono stati sospettati di aver partecipato a crimini sessuali nel 2017, rispetto ai 3.329 del 2016.

Inoltre, negli ultimi anni gli islamisti hanno commesso diversi atti terroristici in Germania e in Europa. Si può concludere che alcune parti della società musulmana non vogliono integrarsi nelle società occidentali. Al contrario, questi immigrati di origine islamica vogliono trasformare la nostra società in qualcosa che sia conforme alla loro fede, ha affermato il politico tedesco.

Fonte: Controinformazione

Tags:
Moschea, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik