20:13 23 Aprile 2019
Angela Merkel e Mike Pence

Il vice presidente USA si lancia a testa bassa contro Berlino

© AP Photo / Matthias Schrader
Punti di Vista
URL abbreviato
4219

Il vicepresidente americano Mike Pence ha definito “inaccettabile” la dipendenza della Germania dall’energia russa e il suo mancato rispetto degli impegni di spesa militare come membro chiave dell’alleanza militare della NATO.

Mercoledì scorso Pence ha riferito alla cerimonaia per il 70esimo anniversario della NATO a Washington, DC, che l’insistenza di Berlino sul completamento del gasdotto Nord Stream 2 per acquistare gas russo non è accettabile e ha minato la sicurezza dell’Europa.

“La Germania deve fare di più e non possiamo garantire la difesa dell’Occidente se i nostri alleati dipendono dalla Russia”, ha detto Pence al forum di due giorni.

Washington ha a lungo contestato i piani della Germania di importare il gas naturale russo attraverso il progetto di gasdotto da $11 miliardi, che scorre direttamente sotto il Mar Baltico.

Il gasdotto è stato anche criticato per aver privato il regime dell’Ucraina, un fedele alleato degli Stati Uniti, delle tasse di transito del gas lucrativo.

Pence ha poi ripetuto un avvertimento del presidente Donald Trump secondo cui la dipendenza di Berlino dall’energia russa finirà per rendere la Germania prigioniera di Mosca.

“Se la Germania persiste nella costruzione del gasdotto Nord Stream 2, come ha detto il Presidente Trump, potrebbe trasformare l’economia tedesca in una economia letteralmente dipendente e prigioniera della Russia”, ha detto Pence.

Il vicepresidente ha osservato che l’accordo energetico e la riluttanza della Germania a soddisfare i livelli di spesa militari richiesti per tutti i membri della NATO hanno anche indebolito il potere di deterrenza dell’Europa contro quella che lui definisce la minaccia di “aggressione russa”.

Trump ha ripetutamente attaccato la Germania e altri membri dell’alleanza occidentale per non aver raggiunto un obiettivo fissato dalla NATO nel 2014 affinché ogni stato membro spendesse il 2% del suo PIL nella difesa.

“È semplicemente inaccettabile che la più grande economia europea continui a ignorare la minaccia dell’aggressione russa e trascuri la propria autodifesa e la nostra difesa comune”, ha dichiarato Pence mercoledì.

Pence ha anche indicato un rapporto parlamentare sulle forze armate tedesche, che ha messo in guardia contro le “evidenti carenze” nella generale preparazione militare del paese.

Gli Stati Uniti sostengono che le compagnie tedesche che lavorano con il settore energetico russo potrebbero essere soggette a sanzioni nell’ambito della sanzioni contro la Russia.

La Germania, che rimane contraria al nucleare, ed ha a lungo cercato fonti di energia affidabili. per questo ha sottoscritto l’accordo energetico con la Russia. Tuttavia, il gasdotto Nord Stream 2 ha ricevuto forti critiche da parte degli Stati baltici – Lettonia, Lituania ed Estonia – nonché della Polonia.

Gli Stati Uniti hanno persino avvertito che le società tedesche che lavorano con la Russia per il progetto potrebbero essere soggette a sanzioni a causa dell’Acversion Through Sanctions Act (CAATSA) dell’America antiterrorismo.

La Germania e alcune altre nazioni hanno accusato Washington di usare questi mezzi come il CAATSA per intromettersi nella politica estera e negli affari energetici di un paese sovrano come la Germania.

Il segretario generale della NATO chiede di affrontare la Russia

Nel frattempo, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, che era stato invitato a tenere un discorso in una sessione congiunta del Congresso in occasione del 70° anniversario dell’alleanza, ha chiesto l’unità dei paesi occidentali contro una Russia sempre più aggressiva (secondo lui).

Stoltenberg ha affermato che la NATO ha cercato di evitare le tensioni con la Russia, ma che il comportamento di Mosca ha reso inevitabile lo scontro.

Ha citato la reintegrazione nel 2014 della penisola di Crimea con la Russia, la presunta aggressione cibernetica di Mosca contro gli Stati Uniti e il suo sostegno alla Siria come esempi di comportamento russo problematico.

“Facciamo tutto questo, non per provocare un conflitto, ma per prevenire conflitti e preservare la pace. Non per combattere, ma per dissuadere. Non attaccare ma difendere “, ha detto durante il suo discorso di 40 minuti.

“Non c’è contraddizione tra difesa e dialogo. Non vogliamo isolare la Russia. Ci impegniamo per un migliore rapporto con la Russia “.

Nota: Il segretario della NATO ritiene che la Russia avrebbe dovuto rimanersene quieta ed assistere passivamente al golpe in Ucraina senza reagire ed alla conseguente pulizia etnica della popolazione russa del Donbass. Inoltre, secondo Stoltenberg, la Russia avrebbe potuto guardare con indifferenza la costituzione di basi NATO in Crimea, cosa che sarebbe di sicuro avvenuta se non ci fosse stata la pronta reazione russa nel sottrarre la Crimea alle mire espansionistiche della NATO, tramite la reintegrazione della penisola nella Federazione Russa a seguito di un referendum popolare.

Ancora Stoltenberg ritiene riprovevole che la Russia si sia mossa per evitare che la NATO gli USA e l’Arabia Saudita costituissero un califfato salafita in Siria, secondo i piani di Washington, creando un pericolo per gli interessi nazionali della Russia.

Stoltenberg , con il suo discorso, dimostra di vivere in un mondo tutto suo e di essere vittima della sua stessa propaganda che inverte i fattori tra aggressori ed aggrediti, fra coloro che difendono la sovranità delle nazioni e quelli che vogliono abbatterla per i loro fini di dominazione gepolitica. Le esperienze delle guerre NATO in Iraq, in Afghanistan ed in Siria non hano insegnato nulla ai personaggi come Stoltenberg ma hanno aperto gli occhi ai popoli sulla vera natura della NATO e di coloro che comandano a Washington..

Fonte: Controinformazione

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Correlati:

Bulgaria: misure NATO contro Russia non prevede schieramento truppe in Mar Nero bulgaro
Deputato Bundestag esorta a dissolvere la NATO dopo che ha mostrato il suo vero volto
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik