05:23 27 Maggio 2018
Roma+ 18°C
Mosca+ 11°C
    US army soldiers (File)

    Informativa: gli USA mantengono una presenza militare nel 75% dei paesi del mondo

    © AP Photo / Petr David Josek
    Punti di Vista
    URL abbreviato
    4013

    Una informativa segnala un nuovo record circa la presenza militare degli USA : Washington dispone di forze militari schierate in 149 paesinel mondo, secondo un report pubblicato questa settimana dal portale statunitense “TomDispatch”.

    "Nel 2007, le forze delle operazioni speciali USA, inclusa la Navy SEAL (una unità d'elite delle US.Special Forces) e il gruppo dei berretti verdi dell'Esercito, sono stati impiegati in 149 paesi di tutto il mondo", secondo un report pubblicato questa settimana sul portale USA TomDispatch.

    Citando le cifre fornite dal Comando delle Operazioni Speciali degli USA (SOCOM), l'informativa indica chegli USA mantengono una presenza militare nel 75% delle nazioni del mondo, cosa che rappresenta un salto quantitativo rispetto alle 138 nazioni che nel 2016- sotto l'amministrazione Obama — e questo segna un nuovo record.

    Questo spiegamento di forze non si limita alle regioni dell'Africa e Medio Oriente, ma Washington si è concentrato anche nei paesi europei, precisa la nota nel citare i dati offerti dal portavoce del SOCOM in Europa, Michael Weisman, in base ai quali attualmente il paese nordamericano è presente con le sue forze in tutti gli Stati Europei, ad eccezione della Russia e della Bielorussia.
    "Abbiamo avuto una presenza costante in tutti i paesi, quelli della NATO ed altri alle frontiere della Russia, ottenendo cose fantastiche con i nostri alleati, aiutando a prepararsi davanti alle minacce", ha dichiarato, Raymond Thomas, il capo del SOCOM.

    Thomas ha segnalato allo stesso modo che la Cina e la Corea del Nord sono considerati "paesi aggressivi "che sfidano gli interessi statunitensi", per poi giustificare con questo pretesto l'espansione della presenza militare statunitense nella regione dell'Asia.

    Nel commentare l'ampliamento delle operazioni militari degli USA durante la presidenza di Donald Trump, Micah Zenko, esperto in sicurezza nazionale del think thank britannico Chatham House, ha richiamato l'attenzione sul fatto che l'inquilino della Casa Bianca ha concesso una maggiore autorità ai comandanti dell'Esercito statunitensi per lanciare attacchi nelle zone di quasi guerra come quelle in cui si trovano in Africa e Medio Oriente.

    Nel caso concreto dell'Africa, Washington già mantiene schierati oltre 2.000 effettivi, appartenenti alle forze speciali, oltre ai mezzi di cui dispongono (elicotteri Apache, caccia bombardieri e droni senza pilota).

    Sono queste le forze segrete con cui gli USA stanno scatenando un guerra segreta su vari teatri, secondo le analisi e le osservazioni degli esperti militari.

    Traduzione: Luciano Lago

    Fonte: Controinformazione.info

    L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

    Correlati:

    Basi militari USA e NATO nei territori di Turchia e Siria
    Basi USA in Italia: storia di una sottomissione palese
    La Corea del Nord minaccia di distruggere tutte le basi USA nell’Oceano Pacifico
    Tags:
    presenza militare USA, NATO, Donald Trump, Barack Obama, Medio Oriente, Corea del Nord, USA, Cina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik