16:04 19 Novembre 2019
Il virus informatico Stuxnet: il triangolo USA-Israele-Iran

Media israeliani invitano Usa a prepararsi per una guerra con Siria, Russia e Iran

© Foto :
Punti di Vista
URL abbreviato
50535
Seguici su

I media israeliani hanno raggiunto il nuovo livello di bassezza morale nel chiedere apertamente agli Stati Uniti di prepararsi alla guerra in Siria, anche se questo significa entrare in un confronto diretto con importanti alleati siriani come la Russia e l’Iran.

In un recente articolo intitolato "Perché Israele ha bisogno di preparare l'America per la prossima guerra in Siria", lo scrittore del Jerusalem Post  Eric R. Mandel (un sionista americano) propone che il governo americano e le persone devono diventare partner di guerra di Israele disposti alla guerra per eventuali attacchi futuri delle forze di difesa israeliane contro obiettivi militari siriani, russi e / o iraniani.

L'articolo di Mandel è un esempio eccezionale di come i gruppi di interesse pro-guerra israeliani — parlando attraverso i sionisti di destra (neocons) nei principali circoli militari americani e stranieri — cercano di invogliare il governo e la popolazione degli Stati Uniti a partecipare alle guerre che vanno a beneficiare solo le ambizioni egemoniche dello stato profondo di Israele.

In un momento in cui la violenza nel conflitto siriano ha raggiunto il punto più basso a causa degli sforzi diplomatici della Russia e dell'Iran per stabilire zone di de-escalation, Mandel fornisce una menzogna ben disposta nel suo articolo che è stato progettato per spaventare il pubblico americano in modo di far sostenere azioni militari che distruggerebbero in modo efficace tutti i risultati più significativi guadagnati verso la pace.

"Gen. (ret.) Yossi Kuperwasser, ex capo di ricerca della divisione di intelligence militare IDF e direttore generale del Ministero degli Affari strategici ha scritto: "L'Iran vuole quasi certamente trasformare la Siria in una base militare iraniana… per cui, invece di minacciare Israele a partire da 1.300 chilometri, le forze iraniane potrebbero attestarsi sulla soglia di Israele. Ciò comporterebbe un cambiamento drammatico nella natura della minaccia che Israele sta affrontando ", così riporta  Mandel sul Jerusalem Post.

Il mito sostenuto da Mandel è che il movimento ribelle libanese Hezbollah controlla completamente il governo libanese ed anche un certo numero di governi sudamericani (senza specificare il nome) e che il proprio sponsor fantoccio in questa insidiosa cospirazione contro Israele è l'Iran.

Scrive il Jerusalem Post:

"La regione del Medio Oriente  potrebbe essere incendiata con una sola azione. Tale incendio potrebbe essere un attacco israeliano significativo in Siria in risposta ai crescenti trasferimenti militari facilitati da una permanente presenza iraniana, avviando verso una più ampia conflagrazione regionale. Ecco perché Israele deve preparare il suo alleato americano prima di sapere che Israele non potrà stare in attesa, mentre l'Iran utilizza la sua nuova base per trasferire armamenti più e più potenti a Hezbollah".

Come appare evidente, la menzogna di Mandel ricorda molto da vicino il mito teorico dell' asse del male(secondo cui l'Iraq Ba'athista, la Corea del Nord,l' Iran e Al-Qaeda erano tutti paesi coinvolti l'uno con l'altro) sospinto dai politici statunitensi e rappoggiato dai media occidentali, per giustificare l'invasione dell'Iraq.

Fonte: controinformazione.info

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Correlati:

Trump accusa l’Iran di finanziare la Corea del Nord
Foreign Policy esorta governo USA a contrastare Iran senza rompere accordi internazionali
Tags:
Guerra, Israele, Iran, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik