01:58 18 Ottobre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 8°C
    Un giornalista tiene un cartellino con l'immagine di Vladimir Putin prima della linea diretta con il presidente (foto d'archivio)

    Vladimir Putin: l’uomo più potente sulla Terra

    © Sputnik. Alexey Filippov
    Punti di Vista
    URL abbreviato
    Costantino Ceoldo
    361870211

    Dev’essere meraviglioso essere Vladimir Putin ed essere la persona più potente sulla Terra. E non dovete nemmeno dirvelo.

    Il Partito Democratico statunitense lo sta dicendo per Putin, assieme alla totalità delle presstitutes occidentali ed anche la CIA e l'FBI. I media russi non hanno bisogno di vantarsi del potere di Putin. Megyn Kelly, le presstitutes occidentali e i leader occidentali lo stanno facendo al posto loro: Putin è così potente che è in grado di mettere in carica come Presidente degli Stati Uniti la sua scelta.

    Voglio dire… wow! Quale potenza! Gli americani sono semplicemente fuori gioco. Gli americani, nonostante un enorme bilancio di intelligence e 16 servizi segreti separati, oltre a quelli dei loro vassalli della NATO, non riescono a tener testa a Vladimir Putin.

    Voglio dire, davvero! A cosa serve la CIA? La NSA? Tutti gli altri? Gli americani farebbero meglio a chiudere questi "servizi di intelligence" incompetenti ma costosi e pagare a Putin una tangente perché non scelga il nostro Presidente. Forse la CIA dovrebbe inginocchiarsi e chiedere a Putin di smettere di eleggere il Presidente degli Stati Uniti. Voglio dire, come è umiliante! Non riesco a sopportarlo. Pensavo fossimo l' "unica superpotenza del mondo, l'unica potenza, l'eccezionale e indispensabile popolo". Risulta invece che siamo delle nullità, governate dal Presidente della Russia.

    Quando i democratici, la CIA e i media hanno deciso di lanciare la loro campagna pubblicitaria contro Trump, non si sono resi conto di quanto sarebbe stato incoerente far apparire gli Stati Uniti mettendo la democrazia americana in tasca a Putin. Cosa stavano pensando? Non stavano pensando. Si sono fissati ad assicurarsi che Trump non mettesse in pericolo il massiccio bilancio del complesso militare e di sicurezza ripristinando delle normali relazioni con la Russia.

    Non c'è alcun segno che la leadership americana in qualsiasi area sia effettivamente in grado di pensare. Considerate Wall Street e la leadership aziendale. Per aumentare i prezzi delle azioni Wall Street ha costretto tutte le aziende a scartare il proprio Paese di origine e a spostare all'estero la produzione di beni e servizi venduti agli americani, dove i costi di manodopera e di regolamentazione erano inferiori. I minori costi hanno aumentato i profitti e i prezzi delle azioni. Wall Street ha minacciato le società che opponevano resistenza con le acquisizioni [forzate] di quelle società che si rifiutavano di trasferirsi all'estero per aumentare i loro profitti.

    Né Wall Street, né i consigli di amministrazione e gli amministratori delegati erano abbastanza intelligenti per capire che spostare all'estero il lavoro avrebbe spostato all'estero anche i guadagni degli Stati Uniti e il loro potere d'acquisto. In altre parole, la direzione finanziaria e imprenditoriale era troppo stupida per comprendere che senza i redditi da lavoro ad alto valore aggiunto e produttivo negli Stati Uniti, il consumatore americano non avrebbe avuto il reddito discrezionale per continuare nel suo ruolo di guida dell'economia.

    La Federal Reserve ha ripreso l'errore di Wall Street. Per rettificarlo, la Fed ha ampliato il credito, consentendo un accumulo del debito dei consumatori per mantenere l'economia in corsa con l'acquisto a credito. Tuttavia, una volta che il debito del consumatore è elevato rispetto al reddito, scompare la capacità di acquistare più roba. In altre parole, l'espansione del credito non è una soluzione permanente per la mancanza di crescita del reddito dei consumatori.

    Un Paese la cui leadership finanziaria e imprenditoriale è troppo stupida per capire che una popolazione sempre più occupata in lavori a tempo determinato e parziale con salari minimi non è una popolazione che può spendere molto, è un Paese la cui leadership è fallita.

    È assolutamente impossibile aumentare i profitti spostando all'estero i posti di lavoro senza anche spostare all'estero i redditi dei consumatori statunitensi. Di conseguenza, i profitti derivanti dallo spostamento all'estero sono temporanei. Una volta che siano stati spostati all'estero abbastanza posti di lavoro, la domanda aggregata risulta ostacolata, il mercato interno ristagna e poi declina.

    Come ho dimostrato così tante volte per tanti anni, come ha fatto John Williams (shadowstats.com), i rapporti sull'impiego dell'Ufficio degli Stati Uniti delle Statistiche del Lavoro sono un'assurdità. I lavori nel presunto recupero a partire da giugno 2009 sono in larga parte posti di lavoro a basso reddito e il prodotto del modello teorico di nascita / morte. Il presunto recupero dalla crisi finanziaria 2007-08 è il primo recupero della Storia in cui è diminuita la quota di partecipazione alla forza lavoro. I tassi di partecipazione della forza lavoro diminuiscono quando l'economia offre scarse opportunità di lavoro, non quando le opportunità di occupazione stanno aumentando.

    Quello che sappiamo sui posti di lavoro americani è che i posti di lavoro sono sempre più posti di lavoro a tempo parziale e determinato. Secondo una notizia diffusa dalle presstitutes che potrebbe o meno essere vera, in tutti gli Stati Uniti sono solo 12 le contee in cui una persona può affittare una casa con una camera da letto percependo un reddito minimo.

    https://www.theguardian.com/us-news/2017/jun/08/minimum-wage-affordable-housing-rentals-study

    In risposta a questa relazione, un professore del Virginia Tech ha suggerito che il governo offra un aumento nell'assistenza per l'affitto ed incrementi programmi come il National Housing Trust Fund, che investe in alloggi a prezzi accessibili.

    In altre parole, i contribuenti dovrebbero farsi carico dei costi per gli americani prodotti dalle corporations americane che hanno abbandonato la forza lavoro statunitense. Quegli americani che hanno ancora redditi da classe media dovrebbero essere tassati per coprire i redditi persi che le società spostate all'estero e Wall Street hanno strappato via dai lavoratori americani che non possono più guadagnare abbastanza per pagare la loro abitazione.

    In altre parole, il capitalismo ha raggiunto il punto nella sua discesa secondo il quale non può esistere senza sovvenzioni pubbliche ai popoli assediati dal capitalismo stesso.

    In varie occasioni ho scritto su quanti costi di produzione siano imposti a terzi, come quello ambientale. Una percentuale significativa dei profitti delle corporations capitaliste deriva dalla capacità politica e giuridica delle aziende di imporre a terzi i loro costi di produzione. In altre parole, il capitalismo fa soldi perché può imporre i suoi costi di produzione sull'ambiente e sulle persone che non condividono i profitti. Ho fornito molti esempi di questo, soprattutto nel settore dello sviluppo immobiliare. Lo speculatore è in grado di spostare gran parte dei suoi costi sugli altri.

    Questo spostamento dei costi ha raggiunto un livello tale da indurre un Armaggedon. C'è uno sforzo per defenestrare Trump e mettere il guerrafondaio Pence alla presidenza. Mentre Trump ha fatto una campagna per il ripristino di relazioni normali con la Russia, una sconfitta del tentativo di ridurre le tensioni rafforzerà la recente conclusione dell'alto comando russo che Washington pianifichi un attacco nucleare preventivo alla Russia.

    Questo è il rischio che affronta il mondo intero a causa della dipendenza da potere e profitto del complesso militare e di sicurezza degli Stati Uniti sulla guerra e sui nemici.

    In altre parole, rimane una sola ragione per l'esistenza degli Stati Uniti d'America — gli interessi del complesso militare e di sicurezza — e questi interessi richiedono un nemico potente, vero o presunto.

    L'ex funzionario della CIA John Stockwell ha scritto: "È compito della CIA mantenere instabile il mondo e propagandare ed insegnare al popolo americano ad odiare, per cui lasciamo che l'istituzione spenda qualsiasi cifra in armi".

    L'odio e la diffidenza per la Russia che l'Occidente è attualmente forzato a sperimentare riflette la rivelazione di Stockwell, così come lo è l'odio orchestrato e la diffidenza nei riguardi dei mussulmani che ha sostenuto la distruzione in tutto o in parte di sette paesi da parte di Washington e trilioni di dollari nel nuovo debito di guerra degli Stati Uniti.

    Il globalismo, cioè il rendere arbitrario il lavoro attraverso confini nazionali e la resa finanziaria, lo spostamento dei redditi dei consumatori in interessi e tasse verso le banche, hanno rovinato l'economia statunitense. La "società delle opportunità" è scomparsa. I figli hanno prospettive economiche più povere dei loro genitori. Lo spostamento all'estero di lavori di produzione e di servizio professionali come l'ingegneria IT e la creazione di software, ha fatto crollare la crescita della domanda aggregata negli Stati Uniti. L'espansione del credito della Federal Reserve è stato solo un ripiego temporaneo.

    Aree già ricche sono ora in rovina. I bilanci degli Stati e i sistemi pensionistici stanno fallendo. Non c'è alcun compenso per un'istruzione universitaria. Le prospettive economiche degli americani sono state cancellate dal globalismo. Per andare avanti è necessaria una connessione come nel sistema aristocratico. L'alta concentrazione di reddito e ricchezza ha negato la democrazia. Il governo è responsabile solo nei confronti dei ricchi.

    La leadership politica e imprenditoriale americana non solo ha distrutto l'immagine della sovranità statunitense mettendo la democrazia americana in tasca a Putin, ma ha anche distrutto l'economia americana in passato vibrante, una volta invidia del mondo.

    Dove possono trovare gli americani una leadership? Certamente non nel Partito Democratico, né nel Partito Repubblicano, né nei media, né nella corporations. Allora come competono gli Stati Uniti con Russia e Cina, due paesi con una buona leadership? La guerra è l'unica risposta alla domanda?

    L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

    Articolo originale

    traduzione di Costantino Ceoldo — Pravdafreelance

    Correlati:

    Is, Putin: I terroristi sono circa 80 mila, 30 mila i mercenari
    Linea diretta con il presidente Vladimir Putin - VIDEO
    La linea diretta del presidente Putin - Cronaca testuale
    Russia, continua il massiccio invio di domande per la “Linea diretta con Vladimir Putin”
    Oliver Stone paragona Putin a Franklin Delano Roosvelt
    Putin: Per Washington non può esserci riavvicinameno Kiev-Mosca
    Tags:
    rapporti con la Russia, Cooperazione con la Russia, Relazioni Russia-USA, geopolitica, Wall Street, CIA, Donald Trump, Vladimir Putin, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik