Widgets Magazine
20:11 18 Settembre 2019
Colpo di stato in Turchia

Dal Venezuela alla Turchia, le tracce della NATO nei colpi di stato

© REUTERS / Tumay Berkin
Punti di Vista
URL abbreviato
471
Seguici su

Il rapporto, in cui si afferma che il generale USA John F. Campbell ha organizzato il colpo di stato in Turchia, non ha sorpreso nessuno. Testimonia ancora una volta la supremazia geopolitica americana in varie parti del globo.

E se guardiamo tutta la storia moderna di questi conflitti, possiamo vedere che in tutto il mondo è stato evidente il coinvolgimento diretto o indiretto di Washington. In un caso, i potenziali  cospiratori sono stati preparati direttamente negli Stati Uniti sulle basi militari sotto il pretesto di passare i vari corsi, secondo è la creazione di personale potenziale nel paese, che è diventato l'oggetto di interesse della Casa Bianca.

Ecco sono alcuni esempi.

La maledizione delle risorse e l'intervento di Washington

Con l'Africa è collegato il correlato della "maledizione delle risorse" è un termine che stato usato per descrivere il funzionamento delle multinazionali e dei paesi occidentali, che fanno l'amministrazione neo-coloniale nella regione. Tuttavia, si verificano periodicamente gli interventi militari, in cui vi è un rapporto di signori della guerra e il Pentagono.

Alla fine di ottobre 2014, nel paese dell'Africa occidentale — Burkina Faso, ci sono stati i disordini, che hanno portato alle dimissioni del dittatore, Blaise Compaore, che era al potere dal 1987, dal momento, quando lui ha organizzato l'uccisione del leader nazionale, Thomas Sankara, conosciuto come Che Guevara africano. Alcuni hanno chiamato questi eventi come una logica continuazione di una lunga crisi politica istituzionale, in cui il paese è stato per molti anni, altri hanno chiamato come un colpo di stato preparato dai militari. I membri delle forze armate sono entrati nel governo di transizione e hanno preso la piena responsabilità per la gestione dello stato corrente.

A prima vista può sembrare che il regime della giunta è abbastanza tipico per i paesi africani, ma la persona che fa il capo del governo, ha causato un sacco di domande, come tra i sostenitori della democrazia e l'ambiente dei esperti militari. Il colonnello Isaac Zidane, che ha guidato il governo di transito, ha studiato negli Stati Uniti e ha fatto i corsi sulla lotta al terrorismo, sulla base della US Air Force MacDill a Tampa (FL).

Nel 2012, quando lui era in grado di Maggior, esso ha fatto una visita di due settimane negli Stati Uniti, e più tardi nello stesso anno ha fatto un corso di cinque giorni in intelligence militare in Botswana, che hanno finanziato dagli Stati Uniti.

Il direttore di ricerca del collegio della US Army, Steven Metz, descrive questa situazione così: "Questo problema ha una storia lunga ed emozionale. Durante la guerra fredda, l'esercito americano e i leader politici hanno generalmente preso la posizione che "il nemico del mio nemico è il mio amico". Questo a volte significava il flusso di ufficiali stranieri amichevoli, che trascuravano i diritti umani, erano inclini alla corruzione o si preparavano a intervenire nella politica. Di conseguenza, alcuni, non molto piacevoli studenti stranieri, sono passati attraverso il sistema di educazione militare professionale degli Stati Uniti".

Successivamente, il professor Metz cerca di difendersi, aggiungendo che Zida non ha superato la formazione con il personale americano, presso l'accademia militare, insieme con le professionalità militari. Naturalmente, gli Stati Uniti dovrebbero essere più selettivi nella costruzione dei partenariati militari.

Ma il problema è che queste relazioni hanno una dimensione strategica e sembra che essi sono una parte del piano del Pentagono per stabilire la sua influenza, sia direttamente, attraverso l'organizzazione di basi militari, o da agenti addestrati, come la Zida.

Un esempio potrebbe essere Mali, dove prima è successo un incidente simile. Nel mese di marzo nel 2012 in Mali è stato organizzato un colpo di stato militare, guidato dal capitano Amadou Sanogo, che ha partecipato a una mezza dozzina di corsi militari negli Stati Uniti. Come risultato è stato il rovesciamento del governo democraticamente eletto e il paese ha continuato ad affondare nel caos. Anche se gli islamisti ed i ribelli sono stati in grado di catturare la maggior parte del paese, anche a causa della distruzione della sicurezza del Nord Africa (prima della rivoluzione in Egitto, la rivoluzione colorata in Tunisia e l'omicidio di Muammar Gheddafi in Libia), Amadou Sanogo è stato arrestato solo 18 mesi più tardi. Molto probabilmente lui non ha potuto né fermare i Tuareg nel nord,  né di adempiere agli obblighi di Washington. A causa dell'incertezza, gli Stati Uniti hanno annullato le manovre militari — Flintlock 2012, insieme con i paesi europei nella regione. Tuttavia, Washington ha continuato a fornire l'assistenza finanziaria per l'attuazione di vari programmi nel paese e subito dopo il colpo di stato ha dato 140 milioni di dollari per il paese.

Va notato che Mali è stato nel progetto statunitense di stabilire il suo controllo militare. Un elemento chiave nella conduzione di operazioni speciali dalla base americana sono stati gli aerei turboelica camuffati. Essi sono dotati di sistema invisibile e sono in grado di registrare il video, tracciare i raggi infrarossi, ascoltare i segnali della radio e telefono cellulare e rifornire il carburante su piste di atterraggio isolate, che migliora l'efficacia del campo di volo per migliaia di chilometri. E 'ovvio che gli Stati Uniti non potevano permettersi di perdere queste opportunità e hanno avviato un intervento umanitario, spostando il lavoro sporco sulla Francia.

E 'necessario tener conto della posizione geostrategica del Burkina Faso. Il paese confine con la Nigeria, dove attivamente agisce il gruppo Boko Haram, e nelle vicinanze ci sono altri paesi, dove hanno trovato il rifugio le cellule di al-Qaeda nel Maghreb islamico.
Questa situazione usa attivamente Washington, giustificando l'implementazione della propria rete di basi militari e di intelligence nella regione, nel quadro del Comando Africa (Africom), e attraverso i programmi segreti. Diversi anni fa, il Pentagono si è trasferito in un nuovo livello di rapporti con il Burkina Faso per seguire la periferia del Sahara.

Poi è stato raggiunto un accordo e si è deciso che un centro chiave della rete di spionaggio degli Stati Uniti sarà la capitale del Burkina Faso, Ouagadougou. Come parte di un programma di sorveglianza segreta, con il nome in codice Creek Sand, i soldati e imprenditori americani sono arrivati a Ouagadougou per costruire una piccola base sul territorio dell'aeroporto internazionale. Da lì, aerei da ricognizione volano a Mali, Mauritania e Sahara, dove sono condotte le attività di intelligence. Ma, a parte poche decine dei militari americani sono in ambasciata degli Stati Uniti nel paese, in Burkina Faso, e sono i rappresentanti delle forze speciali armate. L'importo esatto non è noto.

Ci sono anche le sfumature legate alle risorse naturali. Tra le altre cose, il Burkina Faso è un produttore promettente delle risorse minerali e il quarto paese del continente africano in miniere d'oro.

L'America Latina: "Operazione Condor 2»

In America Latina, l'influenza degli Stati Uniti, è stata indebolita dalla riconfigurazione politica in alcuni stati, ma sempre sono stati fatti i tentativi per ripristinare la sua influenza, attraverso i loro agenti e i militari locali. Durante la guerra fredda, gli americani hanno utilizzato il centro di addestramento militare sotto il nome di Scuola della America (aperto nel 1946 nella zona del canale di Panama, si è trasferito negli Stati Uniti nel 1984), dove sono laureati molti dei dittatori latino-americani. Nel 2000 è stato rinominato in Western Hemisphere Institute for Security Cooperation, anche se gli obiettivi rimangono gli stessi — l'assunzione dei militari e di polizia nei paesi del Centro e Sud America.

Il fallito colpo di stato nell'ottobre 2010, in Ecuador, era direttamente legato al lavoro di questa istituzione. Inoltre, la Casa Bianca ha lavorato attraverso lo schema standard, utilizzando le organizzazioni non governative e i canali diplomatici. Il tentativo dell'omicidio di Rafael Correa hanno  partecipato le Forze Aeree e gli agenti di polizia, che erano stati precedentemente addestrati negli Stati Uniti.

Si ricorda che storie simili in altri paesi della regione, è stata cambiata la rotta dal pro-americano al multipolare. Nell'aprile 2002, un gruppo di militari venezuelani stava cercando di rovesciare Hugo Chavez, ma la mobilitazione delle masse non ha permesso di attuare il piano del colpo di stato. Nel febbraio 2009, questo tentativo ha provato a ripetere l'opposizione venezuelana ed ex militari, accusati di aver commesso gli atti terroristici a Caracas.

Ovviamente, per i paesi asiatici ed europei, gli Stati Uniti hanno i propri metodi di coinvolgimento. Come spiegare altrimenti che alcuni soldati professionisti, che hanno dato il giuramento all'USSR e poi sono passati al nemico?

Un esempio tipico potrebbe essere il lavoro di un ramo del Carnegie Endowment a Mosca, dove il direttore era un ex ufficiale Dmitri Trenin, che una volta ha partecipato ai negoziati sul disarmo nucleare, e dopo il crollo dell'Unione Sovietica, si è fuggito a lavorare nel Collegio di difesa della NATO a Roma.

Se Dmitry Trenin è un chiaro agente di influenza americana, gli agenti nascosti di influenza sono difficili da calcolare.

Proteste antigovernative in Burkina Faso
© REUTERS / Joe Penney
A causa degli eventi recenti, possiamo ricordare una rivoluzione in Ucraina, quando durante la presidenza di Viktor Yanukovyc, i militari hanno dichiarato che loro non avrebbero interferire nel conflitto sul Maidan, e dopo il suo rovesciamento hanno cominciato a uccidere civili nel sud-est del paese. E 'ovvio che la cooperazione a lungo termine con la NATO e gli Stati Uniti ha portato alla creazione di una quinta colonna all'interno del Ministero della Difesa.

Il sociologo italiano Vilfredo Pareto in una sola volta ha proposto un modello teorico per spiegare le ragioni per l'attuazione dei colpi di stato e le rivoluzioni. Secondo lui, insieme con le élite statali, non è sempre parallele alla contro-élite, aspettando il momento giusto per entrare nel potere di un modo o nell'altro. A volte le forze esterne possono contribuire a rafforzare questa contro-élite e avviare la propria attività. Allevamento artificiale di tali forze nel corso degli ultimi 60 anni sono diventati un lavoro di routine per il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Un colpo di stato fallito in Turchia ancora una volta ha ricordato al mondo questa tecnologia antidemocratica.

Fonte: katehon.com

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tags:
Colpo di stato in Turchia, Colpo di stato
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik