10:27 18 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
Di
804
Seguici su

Sgomento per l'orribile morte di Luana D'Orazio, giovane mamma di 22 anni, operaia di una fabbrica tessile di Prato, risucchiata dal rullo di un macchinario mentre stava lavorando. L'ex premier chiede di rivedere lo Statuto dei Lavoratori con rafforzando le garanzie e i diritti.

L'ex premier Giuseppe Conte ha ricordato la morte di Luana D'Orazio, l'operaia di 22 anni morta mentre lavorava in fabbrica, una "giovane vita spezzata" quando ancora "ancora risuonano gli echi della festa del Primo Maggio", rilanciando la proposta di riscrivere lo Statuto dei Lavoratori risalente al 1970. 

"Quel testo storico va aggiornato in modo da rafforzare le garanzie dei lavoratori, le condizioni di sicurezza sul lavoro, il catalogo dei loro diritti rispetto alle insidie delle nuove tecnologie digitali. Dobbiamo rivendicare la piena affermazione del diritto al lavoro, ma anche del diritto al tempo libero, del diritto a espletare le prestazioni in ambienti sicuri e confortevoli, la possibilità di godere di un aggiornamento professionale continuo", ha scritto in un lungo messaggio pubblicato su Facebook.

L'alto numero di 'morti bianche' non "rende merito alla grande tradizione democratica del nostro Paese", ha proseguito Conte ricordando che dall'inizio dell'anno più di una persona al giorno è deceduta sul lavoro nel silenzio generale della stampa e della politica. 

Per Conte gli investimenti cospicui per garantire un'elevata sicurezza sul lavoro devono essere riversati almeno in parte sulla collettività, "in modo da rafforzare il livello di competitività delle imprese senza compromettere la vita e la salute dei lavoratori". 

Scrive inoltre che la politica ha il dovere di dare delle risposte chiare e affrontare alla radice il problema delle varie forme di illegalità che riguardano il lavoro, come il sommerso, il racker, lo sfruttamento e l'assenza di tutele. Tutti fenomeni che gettano i lavoratori nel precariato. 

"Valutiamo anche l’istituzione di una commissione di inchiesta bicamerale, che lavori a spettro ampio, sfruttando l’impegno comune di tutti i parlamentari, per dare ai cittadini quella prova di responsabilità ed efficacia su cui spesso la Politica ha glissato con eccesso di timidezza. Dobbiamo agire, perché la precarietà non sia una condizione irreversibile del lavoro, perché la morte non sia un tragica eventualità con cui fare i conti uscendo di casa al mattino", conclude Giuseppe Conte.

La replica di deputati e intellettuali

Sono stati diversi i messaggi di replica al post di Giuseppe Conte e non sono mancati gli interventi di esponenti del Movimento 5 Stelle, come quello del deputato Francesco Silvestri, Portavoce M5S alla Camera, che ha detto di concordare "ogni parola" con quanto scritto dall'ex premier, attuale leader politico dei grillini. 

Oltre ai commenti di altri due deputati del movimento, Davide Serrittella e Giuseppe Buonapane, che hanno espresso il cordoglio alla famiglia per la morte di Luana, è intervenuto sul post di Conte lo scrittore Soumaila Diawara

"Mancano le parole per dire lo sgomento e la rabbia di fronte all’ennesimo atto di uno stillicidio che non sembra avere fine.
Ma sappiamo che il silenzio conduce all’indifferenza e all’assuefazione e che non bisogna smettere di indignarsi e lottare fini a che la cura della vita non prevarrà sui profitti, ha commentato il poeta e attivista africano.
Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от Luana D'Orazio (@luanadorazio98)

La morte di Luana

Luana D'Orazio, giovane mamma di 22 anni, è morta tragicamente a causa di un infortunio sul lavoro avvenuto in una fabbrica tessile in provincia di Prato, dove lavorava da quasi un anno come operaia. Secondo le ricostruzioni sarebbe rimasta impigliata e risucchiata dal rullo dell'orditore, un macchinario che produce la trama dei tessuti. Il suo collega di postazione non ha potuto fare nulla per evitare l'incidente, avvenuto lunedì mattina. Luana, che viveva in provincia di Pistoia con i suoi genitori e il fratello, lascia orfano un bimbo di 5 anni.

Tags:
Lavoro, Italia, Giuseppe Conte, Politica, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook