16:37 09 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
Di
0 22
Seguici su

L’ex capo della Protezione civile smentisce la sua candidatura e si dice soddisfatto della campagna vaccinale.

Guido Bertolaso è convinto che la Lombardia possa accelerare ancora sulla campagna vaccinale anti-Covid, anche se la Regione è già “la locomotiva” di Italia in questo settore, con “un quinto delle somministrazioni nazionali” ogni giorno.

L’ex capo della Protezione civile, anzi, lamenta di non avere abbastanza dosi e usa una metafora calcistica: “Vincere lo scudetto dipende da quante dosi riusciranno a darci. Noi potremmo farne anche 150 mila al giorno, ma ci chiedono una velocità di crociera di 85/90 mila”.

Sul Corriere della Sera, poi, Bertolaso parla anche dell’immunità di gregge in Lombardia: “Dei 10 milioni di lombardi, dobbiamo vaccinarne circa 6.700.000. Siamo a 3.500.000 con una dose e sopra il milione immunizzate. A maggio contiamo di fare altre tre milioni di somministrazioni” con almeno una dose per tutti “entro giugno”.

La corsa al Campidoglio può attendere

Bertolaso poi ribadisce di non essere interessato al posto di sindaco di Roma.

“Ho ringraziato chi mi voleva sindaco della Capitale, ma non ho cambiato idea. Sono sicuro, gli ho detto di cercarsi qualcun altro”.

E parla di progetti alternativi al Campidoglio come “organizzare la campagna vaccinale in Africa” o “andare al Polo Sud in barca” o ancora “togliere la plastica dal Mediterraneo”.

Tags:
vaccino, Lombardia, Roma, Guido Bertolaso
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook