18:33 17 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
567
Seguici su

La Casa Bianca ha dichiarato di non aver tenuto conto delle allusioni del presidente russo Vladimir Putin, che ha fatto riferimento ai personaggi immaginari del Libro della Giungla dello scrittore britannico Rudyard Kipling per descrivere il comportamenti di alcuni Paesi occidentali: la tigre Shere Khan e lo sciacallo Tabaqui.

Nel suo messaggio all'Assemblea federale, Putin ha paragonato le azioni ostili di alcuni Paesi con il comportamento dello sciacallo Tabaqui, la spalla della tigre Shere Khan.

In una conferenza stampa alla Casa Bianca la portavoce del presidente americano Jen Psaki ha dato una risposta su come valuta questa dichiarazione.

"Non credo che prendiamo personalmente tutto ciò che dice il presidente Putin. Abbiamo la pelle dura", ha risposto la Psaki.

Nel suo discorso Putin ha anche affermato che qualsiasi azione che rappresenti una minaccia per la Russia sarà seguita da una risposta dura e asimmetrica. Allo stesso tempo ha auspicato che non venga in mente a nessuno di attraversare la cosiddetta linea rossa.

Tuttavia la maggior parte del messaggio è stata dedicata alle questioni sociali ed economiche, solo in conclusione il capo di Stato russo ha toccato i temi della politica estera.

Tags:
Vladimir Putin, Occidente, Casa Bianca, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook